Proprietà private in abbandono che danneggiano l’immagine della città in pieno centro storico

Proprietà private in abbandono che danneggiano l’immagine della città in pieno centro storico

Chi amministra una città può permettere che una qualunque proprietà privata, in bella vista, possa avere un'immagine di degrado spinto? Poniamo la domanda e pubblichiamo una foto simbolo, con la speranza che si attivi un meccanismo che porti il Comune di Viterbo a prendere seri provvedimenti sul degrado. Soprattutto nelle vie del centro storico.

ADimensione Font+- Stampa

Chi amministra una città può permettere che una qualunque proprietà privata, in bella vista, possa avere un’immagine di degrado spinto? Poniamo la domanda e pubblichiamo una foto simbolo, con la speranza che si attivi un meccanismo che porti il Comune di Viterbo a prendere seri provvedimenti sul degrado. Soprattutto nelle vie del centro storico.

Passeggiando su via Delle Fabbriche, strada che congiunge la centralissima piazza Fontana Grande con via Cardinal La Fontaine, è impossibile non notare un’attività commerciale abbandonata a se stessa da lungo tempo. La sua particolare struttura, con cancellata che ritaglia uno spazio prima della porta d’ingresso, ha fatto sì che questo luogo sia diventato una pattumiera a cielo aperto. Tutto in bella vista di residenti e passanti, anche di turisti che timidamente iniziano ad affacciarsi a queste latitudini. 

E’ vero che il negozio è chiuso ma è altrettanto vero che sarà pur di proprietà di qualcuno. Può un Comune permettere che un proprietario sia così noncurante del proprio bene? La parola “decoro urbano” è scomparsa da Palazzo dei Priori, anzi non c’è mai stata, ma prima o poi sarà pur necessario invertire la tendenza. O no?

Al tempo stesso è scontato sottolineare l’inciviltà di chi ha trasformato quel posto in una pattumiera ma questo tipo di incivili sono difficilmente identificabili.