Progetto Bisenzio, perlustrati 5,2 ettari e referenziati 7720 manufatti

Progetto Bisenzio, perlustrati 5,2 ettari e referenziati 7720 manufatti

Dopo la prima fase di ricerche condotta nel 2015 sul promontorio di Bisenzio a Capodimonte, è terminata anche la seconda fase che ha prodotto importanti risultati. L'ideatore e coordinatore del Bisenzio Project, l'archeologo Andrea Babbi ha fatto il punto con la redazione di Radiogiornale.

ADimensione Font+- Stampa

Progetto Bisenzio, la campagna di studio iniziata nel 2015 per avere un quadro approfondito dei tesori custoditi in questa parte straordinaria del lago di Bolsena è stata continuata con frutto anche nel 2016.

Dopo la prima fase di ricerche condotta nel 2015 sul promontorio di Bisenzio a Capodimonte, è terminata anche la seconda fase che ha prodotto importanti risultati. L’ideatore e coordinatore del Bisenzio Project, l’archeologo Andrea Babbi ha fatto il punto con la redazione di Radiogiornale.

Nel corso delle campagne 2015 e 2016 sono stati perlustrati in modo intensivo 5,2 ettari; i manufatti georeferenziati sono stati 7720. L’archivio digitale dei frammenti significativi prevede dunque 2470 voci; 7383 fotografie dei manufatti; circa 465 rilievi grafici dei reperti più importanti.

LEGGI NEL DETTAGLIO IL PUNTO DELL’ARCHEOLOGO ANDREA BABBI

babbi-2

Banner
Banner
Banner