Primo maggio: il giorno ideale per visitare le opere di Viterbo

Primo maggio: il giorno ideale per visitare le opere di Viterbo

Ingresso gratuito al museo civico e biglietto ribassato per la mostra "Tra forma e segno" all'ex mattatoio di Valle Faul

ADimensione Font+- Stampa

Il primo maggio potrebbe essere il giorno giusto per girare per musei, innanzitutto grazie al maltempo previsto per la giornata, che rischia di mandare all’aria tutti i piani di scampagnate o gite al mare fatti finora, ma in secondo luogo anche per le iniziative del Comune di Viterbo che durante la giornata del primo maggio terrà aperto con ingresso libero il museo civico e ridurrà a 3 euro il prezzo del biglietto di “Tra Forma e Segno”.

L’ingresso libero al museo Luigi Rossi Danielli rientra nell’iniziativa ministeriale alla quale la Città dei Papi ha aderito il mese scorso e che prevede l’apertura gratuita dei musei e delle aree archeologiche nella prima domenica del mese. Fortunatamente la prima domenica di maggio coincide con la festa dei lavoratori, quindi il museo rimarrà aperto dalle 9 alle 19 e visitabile gratis.

“Domenica 1 maggio – spiega l’assessore al turismo Giacomo Barelli – sarà ancora in corso San Pellegrino in Fiore, una delle manifestazioni più importanti per la nostra città. Mi auguro che molti viterbesi, ma anche tanti visitatori, possano approfittare dell’ingresso libero al museo civico per poter scoprire, conoscere e apprezzare il patrimonio artistico e archeologico conservato all’interno della struttura”.

“Ricordo che è ancora in corso la mostra In alto i kantharoi – Gli etruschi dal volto di pietra, parte integrante di Experience Etruria. Senza nulla togliere alle tante prestigiose opere presenti, non mi stancherò infine di sottolineare l’importanza di due dei capolavori di Sebastiano del Piombo, la Pietà e la Flagellazione, apprezzate a livello internazionale. Per tutto questo – conclude Barelli – e non solo, l’amministrazione comunale ha deciso di uniformarsi al decreto Franceschini, in vigore dal 2014, ovvero non far pagare il biglietto di ingresso per visitare monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali ogni prima domenica del mese e in altre particolari ricorrenze”.

Dall’altra parte, invece, “Tra forma e segno” la mostra sulle opere contemporanee all’ex mattatoio di Valle Faul, abbasserà il suo costo da 5 a 3 euro in occasione della festività. La mostra rimarrà aperta fino al prossimo 29 maggio dalle 10 alle 19, eccetto il lunedì. “La stessa iniziativa era stata già proposta in occasione dello scorso 25 aprile -ricorda l’assessore Barelli –: si tratta di un gesto simbolico per sostenere l’arte. Una piccola agevolazione che contribuisce comunque a incentivare le visite”.