Presunta “mala” gestione impianti pubblicitari, indagato il dirigente e segretario generale Quintarelli

Presunta “mala” gestione impianti pubblicitari, indagato il dirigente e segretario generale Quintarelli

Il dirigente del Comune di Viterbo Stefano Quintarelli unico indagato, al momento, per abuso dufficio, nell'inchiesta della procura che punta a fare luce su una presunta "mala" gestione degli impianti pubblicitari di proprietà di Palazzo dei Priori.

ADimensione Font+- Stampa

Una presunta “mala” gestione del sistema degli impianti pubblicitari di proprietà del Comune di Viterbo è al centro di un‘inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica, portata avanti dal pubblico ministero Paola Conti.

 

Al momento l’unico indagato sarebbe il dirigente e ragioniere capo di Palazzo dei Priori Stefano Quintarelli. L’ipotesi di reato che gli viene contestata è abuso d’ufficio. Il pm avrebbe ravvisato irregolarità nell’affidamento degli spazi pubblicitari, con un trattamento di favore per presunte aziende amiche.

Il 16 gennaio di due anni fa (2013) la polizia locale si recò presso l’ufficio tributi, sequestrando diversi scatoloni di materiale su cui il pm ha condotto le indagini. 

Sulla faccenda è intervenuto il sindaco di Viterbo Leonardo Michelini: “Piena fiducia a Quintarelli, sono certo saprà dare tutte le spiegazioni quando dovuto”.