Presidenza, Serra: “Michelini non può restarne fuori. Dia un orientamento”

Presidenza, Serra: “Michelini non può restarne fuori. Dia un orientamento”

Tutto ristagna: il presidente del Consiglio non si trova. Francesco Serra, caporgruppo del Pd e candidato alla presidenza dal Pd stesso, è intervenuto a Sbottonati e ha raccontato di una situazione stagnante

ADimensione Font+- Stampa

Tutto ristagna: il presidente del Consiglio non si trova. Francesco Serra, caporgruppo del Pd e candidato alla presidenza dal Pd stesso, è intervenuto a Sbottonati e ha raccontato di una situazione stagnante, nella quale l’intervento del sindaco Michelini e un rimpasto, sembra diventare necessario ogni giorno di più.

 

Come procede?

“Non so nulla, quello che so lo apprendo dai giornali”.

 

Siete nel pantano?

“Potete interpretarlo come volete, ma non c’è una soluzione ad oggi. Ma si può risolvere tutto in mezzora”.

 

Ne risente l’amministrazione?

“La presidenza è a latere dell’attività amministrativa e non influisce in maniera decisiva. Anzi non determina nulla visto che stiamo facendo,vedi con Talete”.

 

Le trattative sono bloccate?

“A questo punto il mandato è in mano al sindaco. Siccome questa partita influisce sugli equilibri di maggioranza il sindaco non potrà starne fuori, ed è bene che dia un orientamento”

 

Il Consiglio del 19 febbraio sarà decisivo?

“Non c’è una soluzione immediata, ma se eleggeremo il presidente domani non lo so dire”

 

Come vive questi momenti?

“In maniera serena. Non mi sono candidato io, ma mi ha candidato il gruppo che voleva un uomo del Pd e quindi la scelta è ricaduta sul Capogruppo. Insomma la candidatura non è mia, ma ci sta naturalmente”.