Premio Fausto Ricci, tutto pronto per le fasi finali al Teatro Unione

Premio Fausto Ricci, tutto pronto per le fasi finali al Teatro Unione

Il premio è organizzato dall'associazione XXI secolo in collaborazione con Touring Club Viterbo, Avam, Lions Club, Scuola musicale comunale, con il patrocinio e il supporto del Comune di Viterbo e alcuni sponsor che finanziano le borse di studio.

ADimensione Font+- Stampa

Tutto pronto per la fase finale del Premio internazionale di canto lirico Fausto Ricci: dopo mesi di lavoro da parte di tutto lo staff è finalmente giunto il fine settimana più impegnativo ma anche più bello, la selezione dei candidati e la giornata celebrativa del Premio, con il concerto degli otto finalisti che si contenderanno il titolo di vincitore e le varie borse di studio previste.

Importanti i numeri dell’edizione 2017, che ha visto triplicare gli iscritti rispetto all’anno precedente, con una eterogenea estensione geografica: parteciperanno alle selezioni di venerdì cantanti provenienti da ogni parte del mondo, dal Nord al Sud America, ovviamente italiani ed europei, anche dal Nord, e alcuni dal lontano Oriente. Tra questi anche qualche viterbese che onorerà il grande baritono a cui è dedicato il premio.

Per tutti la possibilità di esibirsi dal palco del Teatro Unione, da poco riaperto dopo il restauro, mentre i più bravi, gli otto scelti nella rosa dei finalisti, si esibiranno in forma di concerto, accompagnati al pianoforte dal maestro Leonardo Angelini, domenica 8 ottobre 2017 a partire dalle 17.30.

Ricordiamo i componenti della prestigiosa giuria, che vede, nel ruolo di presidente il soprano Desirée Rancatore, insieme ad altri validissimi professionisti della lirica: Boris Ignatov, direttore artistico e capo dell’ufficio produzione del Ruhrtriennale in Germania, Romualdo Savastano, baritono e didatta, Marcello Nardis, tenore e pianista, Salvatore Cordella, tenore e direttore artistico Festival Internazionale delle Arti a Copertino (LE), Fabrizio Bastianini, compositore e direttore d’orchestra, che riveste anche il ruolo di direttore artistico del premio, Barbara Aniello, musicologa e violoncellista, e Maria Chiara Camponeschi, soprano.

Durante la finale è inoltre in programma la partecipazione e l’esibizione di due vincitori di precedenti edizioni: il soprano Francesca Cucuzza e il tenore Alessandro Fiocchetti. Come sempre tra il pubblico sarà presente la figlia di Fausto Ricci, Gloria, insieme alle autorità cittadine e ai mecenati che rendono possibile il Premio stesso.
Questo e tanto altro renderanno unico il pomeriggio musicale dell’8 ottobre al Teatro Unione: per informazioni sui biglietti rivolgersi all’Ufficio turistico, 0761.226427 o 347.5607720 – [email protected] oppure [email protected]

Il premio è organizzato dall’associazione XXI secolo in collaborazione con Touring Club Viterbo, Avam, Lions Club, Scuola musicale comunale, con il patrocinio e il supporto del Comune di Viterbo e alcuni sponsor che finanziano le borse di studio.

Decarta racconta la Tuscia