Pratogiardino, Michelini: “100mila euro per rimetterlo in carreggiata”

Pratogiardino, Michelini: “100mila euro per rimetterlo in carreggiata”

Pratogiardino, per il sindaco Michelini è arrivato il momento di intervenire. Il principale parco cittadino non gode di buona salute. Diversi gli aspetti di criticità, tornati in queste ultime settimane sotto i riflettori mediatici. Uno di questi fari lo ha acceso un ex assessore dell'attuale maggioranza: il professore Andrea Vannini. Ne abbiamo parlato con il primo cittadino.

ADimensione Font+- Stampa

Pratogiardino, per il sindaco Michelini è arrivato il momento di intervenire. Il principale parco cittadino non gode di buona salute. Diversi gli aspetti di criticità, tornati in queste ultime settimane sotto i riflettori mediatici. Uno di questi fari lo ha acceso un ex assessore dell’attuale maggioranza: il professore Andrea Vannini. Ne abbiamo parlato con il primo cittadino.

Un suo ex assessore ha scritto a La Fune una lettera dove mette in evidenza le condizioni di salute non buone di Pratogiardino. Cosa ne pensa?

“Abbiamo essenzialmente due criticità: la sicurezza e la condizione del verde. Ritengo che particolarmente seria sia la questione della sorveglianza. Questo è il problema più serio dal punto di vista della fruibilità. Si è parlato della presenza di spacciatori, vicenda da monitorare e colpire. L’altro aspetto riguarda la vegetazione. Quest’anno abbiamo un po’ di soldi per riqualificare in parte l’importante parco comunale che ha una sua storia secolare e deve tornare ad avere la dignità di giardino comunale”.

Quanti soldi investirete?

“Investiremo meno di 100mila euro. Non tanto ma iniziamo la riqualificazione secondo un progetto fatto da esperti. Purtroppo il tutto non è stato fatto prima perché non c’erano soldi, ora c’è da formalizzare l’incarico e poi i lavori da eseguire”.

Di cosa c’è bisogno?

“Serve ripristinare la forma originaria. Gli spazi a verde vanno definiti, occorre distinguere bene parte a verde da quelle fruibili. Credo che l’assessore Saraconi abbia un bel progetto e saranno scelti professionisti competenti”.

Banner
Banner
Banner