Post terremoto: nessuna chiusura

Post terremoto: nessuna chiusura

Il rettore spiega la situazione dopo la voce che un'ala fosse stata evacuata a causa dei danni riportati dopo il sisma

ADimensione Font+- Stampa

Paura a causa delle lesioni in un’ala del rettorato di Santa Maria in Gradi a causa del terremoto. Ma alla fine è tutto fumo e pochissimo arrosto. A chiarire la situazione è lo stesso rettore Ruggeri, le cui parole arrivano dopo alcune notizie allarmanti sull’evacuazione e la relativa chiusura di un’ala del rettorato.

Secondo il Magnifico Rettore, infatti, è vero che il terremoto ha provocato alcuni danni alla struttura, ma si tratterebbe di leggere crepe in alcune stanze docenti del rettorato, tre per la precisione, ma non un’intera ala. Tre stanze che confinano con le mura della basilica di Santa Maria in Gradi.

La chiesa non ha riportato danni evidenti, ma le cattive condizioni non dipendono dal terremoto, ma sono antecedenti. Secondo il rettore occorre prevenire eventi che, in presenza di ulteriori scosse forti, potrebbero portare a caduta di sassi o simili.

Banner
Banner
Banner