“Populismo tipografico a Viterbo”: Pagina99 analizza le scelte grafiche di Chiara Frontini

“Populismo tipografico a Viterbo”: Pagina99 analizza le scelte grafiche di Chiara Frontini

“La parola ‘incontrollata’ è scritta esile esile, come pronunciata sottovoce, come pronta a scomparire – scrive Falcinelli –. A distanza, per ragioni percettive, quello che si legge è: ‘Basta immigrazione’.”

ADimensione Font+- Stampa

“Populismo tipografico a Viterbo”. Il settimanale Pagina99 dedica un focus al manifesto di Chiara Frontini e Viterbo2020 a firma di Riccardo Falcinelli, uno dei più rispettati visual designer italiani. Falcinelli prende spunto dall’utilizzo del grassetto nel manifesto “Viterbo non è un albergo”, per avviare un ragionamento sul messaggio che è stato veicolato, anche attraverso l’utilizzo o meno del bold nella frase incriminata “Basta immigrazione incontrollata. Più servizi ai cittadini”.

“La parola ‘incontrollata’ è scritta esile esile, come pronunciata sottovoce, come pronta a scomparire – scrive Falcinelli –. A distanza, per ragioni percettive, quello che si legge è: ‘Basta immigrazione’.”

Il servizio completo è su Pagina99, settimanale in edicola.

Banner
Banner
Banner