Pif testimonial di ‘Io mi attivo’ dell’Istituto Besta di Orte. Bentivoglio ai ragazzi: “Mi avete commosso”

Pif testimonial di ‘Io mi attivo’ dell’Istituto Besta di Orte. Bentivoglio ai ragazzi: “Mi avete commosso”

Scuola di legalità al l'Istituto Omnicomprensivo Fabio Besta di Orte. Pif delle Iene come testimonial del progetto 'Io mi attivo' e tanti esempi di lotta alle mafie stanno incontrando gli studenti.

ADimensione Font+- Stampa

Scuola di legalità al l’Istituto Omnicomprensivo Fabio Besta di Orte. Pif delle Iene come testimonial del progetto ‘Io mi attivo’ e tanti esempi di lotta alle mafie stanno incontrando gli studenti.

Un laboratorio dove i ragazzi sono i protagonisti in assoluto, guidati dall’associazione Juppiter in momenti di approfondimento della tematica e nella realizzazione di format-spettacolo aperti al pubblico.

Nel pomeriggio di mercoledì è venuto a fare visita alla scuola un imprenditore coraggioso: Tiberio Bentivoglio. Da 25 anni è di fatto un simbolo del contrasto alla criminalità organizzata grazie al suo no al “pizzo” delle ‘ndrine. “Quello che state facendo è straordinario, non fermatevi, non fermatevi mai. Mi avete commosso”. Così Bentivoglio ha risposto all’accoglienza dei ragazzi, salendo sul palco del Besta con loro.

Sala strapiena, per un pomeriggio con al centro i temi della legalità e di contrasto alle mafie. Bentivoglio ha cantato insieme agli studenti ‘La libertà’ di Gaber e lanciato un messaggio chiaro: “Mi definisco un testimone di verità in attesa di giustizia. Non bisogna essere in tanti per sconfiggere le mafie, bisogna essere tutti. Vi auguro di essere come l’albero delle mandorle che non aspetta la primavera e fiorisce a febbraio. E’ di legno duro e voi dovete essere forti come quell’albero”.

Nei giorni scorsi un gruppo di studenti, insieme ai ragazzi di Juppiter, ha incontrato Pif a Roma. Un pomeriggio insieme per registrare un video messaggio e accettare di essere il testimonial del progetto ‘Io mi attivo’. L’adesione di Pif, da tempo attivo sul tema della lotta alle mafie con i suoi film e lavori, al progetto rappresenta sicuramente un segnale importante. Tra i suoi maggiori successi ‘La mafia uccide solo d’estate’, dove racconta con ironia e in maniera originale le stragi mafiose degli anni Novanta.

Natale Viterbo