Pendolari, nuove agevolazioni in arrivo dalla Regione Lazio

Pendolari, nuove agevolazioni in arrivo dalla Regione Lazio

Alla Pisana rivedono positivamente i criteri per l'accesso alle tariffe agevolate sugli abbonamenti annuali del trasporto pubblico. Una misura per andare incontro alle famiglie e per incentivare la legalità nell'utilizzo dei mezzi pubblici.

ADimensione Font+- Stampa

Buone notizie per tutti i pendolari della Tuscia e del Lazio: la Regione ha deliberato i nuovi criteri per le tariffe agevolate degli abbonamenti annuali per il trasporto pubblico. La nuova delibera prevede l’innalzamento dei tetti Isee che danno diritto all’agevolazione tariffaria, pari al 30% per tutti i cittadini del Lazio che abbiamo un reddito Isee inferiore ai 25mila euro.

Un tetto che si è alzato di 2mila euro, rispetto ai 23mila dello scorso anno. Anche quest’anno, per le categorie con maggiori difficoltà socio-economiche (come ad esempio la sussistenza di handicap gravi a carico del beneficiario o di componenti del nucleo familiare, nel caso di orfani o nel caso di nuclei familiari numerosi) è prevista un’ulteriore riduzione del 20%, che porterà l’agevolazione totale al 50% della tariffa.

Inoltre, con particolare attenzione alle categorie più svantaggiate, il tetto Isee è stato innalzato passando dai 10mila euro dello scorso anno, agli attuali 15mila. In questo modo aumenta notevolmente la platea dei cittadini che possono accedere alle agevolazioni e si semplificano i requisiti necessari. Ma le novità non finiscono qui. Con l’obiettivo di sostenere il più possibile le famiglie del Lazio sono previste integrazioni di agevolazioni per chi acquista più abbonamenti nello stesso nucleo familiare.

In questi casi, alle agevolazioni sopra descritte si aggiunge il 10% per l’acquisto del secondo abbonamento, il 20% in più per il terzo abbonamento e il 30% sull’acquisto dal quarto abbonamento in poi. Se, ad esempio, una famiglia con particolari difficoltà economiche e con due figli in età scolare deve acquistare tre abbonamenti, pagherà il primo abbonamento con uno sconto del 50%, il secondo con uno sconto del 60% e il terzo (e successivi) con uno sconto del 70%.

Inoltre, viene rivisto il voucher per l’acquisto del titolo agevolato, che avrà una validità di sessanta giorni, non più di trenta come lo scorso anno. Anche questa misura è orientata ad agevolare le famiglie che devono acquistare più abbonamenti affrontando una spesa rilevante. Oltre ad agevolare il ricorso al trasporto pubblico, questa nuova tariffa mira ad incentivare la cultura della legalità nell’utilizzo dei mezzi pubblici, rendendo meno oneroso l’acquisto degli abbonamenti.

Secondo il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti “anche per quest’anno confermiamo l’impegno in favore dei pendolari, in particolare delle fasce più deboli e delle famiglie. Ampliamo la platea dei beneficiari delle agevolazioni tariffarie andando ad alleggerire il peso degli abbonamenti per il Tpl sui bilanci delle famiglie. Si tratta di una significativa boccata di ossigeno per tanti pendolari e di una misura attraverso al quale intendiamo incentivare quei comportamenti virtuosi di tutti coloro che privilegiano il mezzo collettivo di trasporto per recarsi al lavoro o a scuola facendo del bene all’ambiente”.

“Queste agevolazioni – ha detto l’assessore alle Politiche del Territorio, alla Mobilità e ai Rifiuti, Michele Civita – servono sia ad aiutare le persone con un basso reddito, sia ad incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico”.