Pd, Bizzarri: “Egidi renziano? E’ un resuscitato sulla via di Damasco”

Pd, Bizzarri: “Egidi renziano? E’ un resuscitato sulla via di Damasco”

La campagna elettorale per il rinnovo della segreteria nazionale Pd entra nel vivo. A Viterbo in corsa solo Renzi e Orlando, a secco Emiliano. Salvo sorprese. C'è un tema: quello del certificato "renziano". Ne abbiamo parlato con Daniela Bizzarri.

ADimensione Font+- Stampa

La campagna elettorale per il rinnovo della segreteria nazionale Pd entra nel vivo. A Viterbo in corsa solo Renzi e Orlando, a secco Emiliano. Salvo sorprese. C’è un tema: quello del certificato “renziano”. Ne abbiamo parlato con Daniela Bizzarri.

 

Andrea Egidi che c’entra con Renzi?

“Egidi è uno resuscitato sulle vie di Damasco”

Si dice convertito …

“Va bene, convertito. Ha capito che Renzi è il carro vincente e c’è salito. Non solo lui …”

Anche voi “fioroniani” però?

“Io l’ho votato anche prima. Non sono salita adesso. Poi il buon Egidi quando nomina Fioroni si sciacquasse la bocca. Il buon Egidi di fronte a Fioroni è un piccolo nano”.

Perché è più basso?

“Allora non capite. A me sta bene tutto ma che lui dice che Fioroni sono venti anni che sta in politica, l’ha detto a voi de La Fune, e avrebbe tanto da dire non va bene. Quando uno fa queste affermazioni dovrebbe mettere in moto il cervello. Se io mi mettessi a raccontare di Egidi potrei scrivere un libro. Lo pregherei di essere un tantino più modesto”.

Ma lui c’è andato a fare la fila fuori alla porta di Fioroni, tipo Rossi?

“Non mi fate essere cattiva. Vi dico una cosa di Rossi, non solo è andato a fare la fila fuori all’ufficio viterbese di Fioroni, è andato pure a Roma. Egidi io personalmente non ce l’ho visto. Evidentemente i nostri appuntamenti non sono coincisi”.

Però è segretario provinciale, avrebbe un senso se lo incontrasse. No?

“Sì è vero. Egidi avrebbe un senso”.

Natale Viterbo