Passa anche per Viterbo la sensibilizzazione alle vaccinazioni di Bebe Vio

Passa anche per Viterbo la sensibilizzazione alle vaccinazioni di Bebe Vio

Partiti tre giorni fa da Verona, ieri il gruppo ciclistico è arrivato a Viterbo e ripartito per arrivare alla tappa finale: Roma

ADimensione Font+- Stampa

Sport e vaccinazioni, un connubio iniziato qualche mese fa grazie a una bella campagna di sensibilizzazione di cui si è fatta promotrice l’atleta Beatrice Mara Vio, detta Bebe, schermitrice italiana classe 1997 colpita da meningite fulminante a 11 anni e costretta all’amputazione di gambe e avambracci e che, nonostante tutto, quest’anno ha vinto un oro durante le paralimpiadi.

Grazie a lei è partito anche un tour itinerante per la promozione delle vaccinazioni. Un viaggio in bici per l’Italia, che ieri ha fatto tappa anche nella Città dei Papi. Il gruppo è partito tre giorni fa da Verona in direzione Roma, dove parteciperanno mercoledì prossimo al convegno sul Progetto Esculapio organizzato al ministero della Salute e dove è attesa la stessa Vio.

Il gruppo è arrivato alla Corte delle Terme Relais ieri pomeriggio intorno alle 18,30, dopo aver fatto tappa a Ferrara, Bologna, Firenze e Siena. In ogni città toccata dall’iniziativa ci sono stati eventi organizzati per promuovere la pratica delle vaccinazioni, che salvano la vita, e favorire così la prevenzione di malattie gravi. Mercoledì a Roma il tour si concluderà con la partecipazione della Vio in piazza San Pietro all’udienza papale.

Banner
Banner
Banner