Pasqua 2018, a Vetralla si ripercorrono i momenti della Passione di Cristo

Pasqua 2018, a Vetralla si ripercorrono i momenti della Passione di Cristo

Ottava edizione a Vetralla, per la rievocazione religiosa della Passione di Cristo per i festeggiamenti di Pasqua. L’Associazione culturale Alkimia, in collaborazione con il Comune di Vetralla, la ProLoco e la Parrocchia di Sant’Andrea e San Francesco, organizza l’evento che più di tutti in questi giorni di festa, raccoglie il plauso e la partecipazione del pubblico che interviene non solo da Vetralla ma da molte parti della provincia. L’appuntamento è per il 30 Marzo alle 21 in Piazza Umberto I, a Vetralla.

ADimensione Font+- Stampa

Ottava edizione a Vetralla, per la rievocazione religiosa della Passione di Cristo per i festeggiamenti di Pasqua. L’Associazione culturale Alkimia, in collaborazione con il Comune di Vetralla, la ProLoco e la Parrocchia di Sant’Andrea e San Francesco, organizza l’evento che più di tutti in questi giorni di festa, raccoglie il plauso e la partecipazione del pubblico che interviene non solo da Vetralla ma da molte parti della provincia. L’appuntamento è per il 30 Marzo alle 21 in Piazza Umberto I, a Vetralla.

La rappresentazione coinvolge emotivamente e fisicamente un gran numero di cittadini: 60 figuranti che ripercorrono con costumi e scene fedeli a quelli dell’epoca, le atmosfere suggestive e il trasporto emotivo della manifestazione. Alla regia Sante Paolacci, giovane vetrallese, esperto professionista e uomo molto legato alla sua terra e alle sue tradizioni.

“Ho voluto anche quest’anno dare il mio piccolo contributo perché l’emozione che si vive quella sera è unica. C’è un silenzio denso per le vie che ti riempie. Davvero forte e suggestivo. La Passione è un evento che vuole il più possibile essere fedele a quello che accadde nella realtà”, afferma Sante Paolacci riguardo l’emozione durante la
preparazione della serata.

Nelle parole del regista anche il ringraziamento per l’allestimento dei Vivai Vignolini e per i suggestivi scatti fotografici dell’Associazione Cantiere Fotografico di Vetralla che consegneranno attraverso le foto, l’emozione dell’evento a chi non potrà essere presente e a chi vorrà rivedere quelle scene cariche di pathos anche nei momenti
successivi alla serata.