Parte il trenino turistico: al via 7 mesi di sperimentazione

Parte il trenino turistico: al via 7 mesi di sperimentazione

A partire da sabato scorso il servizio, di iniziativa privata, è autorizzato a transitare nelle vie principali del centro storico.

ADimensione Font+- Stampa

Parte il trenino turistico: il Comune di Viterbo ha autorizzato 7 mesi di sperimentazione. A partire da sabato scorso il servizio, di iniziativa privata, è autorizzato a transitare nelle vie principali del centro storico. Lo ha stabilito la Giunta comunale con una apposita Delibera. Tra queste strade ci sono piazza Martiri d’Ungheria, piazza del Comune, via e piazza San Lorenzo, via Cardinal La Fontaine, via San Pietro, poi valle Faul, piazzale Gramsci, piazza del Teatro, Corso Italia e piazza delle Erbe, via Garibaldi, via Cavour e piazza Fontana Grande. Potrà passare anche fuori le mura come su via Vico Squarano e via Raniero Capocci, ad esempio.

La sperimentazione terminerà il 15 febbraio 2018. Da quanto si apprende il servizio dovrebbe costare 6 euro a prezzo intero, 4 a prezzo ridotto per bambini tra i 4 e 11 anni e gratuito per i bambini sotto i 3 anni. “Non basta avere una bella città, monumenti, chiese e palazzi – le parole di Leonardo Michelini nella delibera che autorizza la sperimentazione – bisogna saper offrire al visitatore un’esperienza completa, indimenticabile, unica che spazi dall’arte alla gastronomia, dalla natura allo svago. Progetteremo percorsi coerenti e coinvolgenti, per riarticolare l’offerta della città su nuove coordinate. Oltre alle manifestazioni, ai musei, agli eventi e alla riqualificazione del centro storico lavoreremo fin da subito per un turismo sostenibile e di qualità”.