Bilancio – Una maratona serrata fino al 10 agosto. Rischio valanghe di emendamenti

Bilancio – Una maratona serrata fino al 10 agosto. Rischio valanghe di emendamenti

Una lunga maratona per arrivare all'approvazione del bilancio 2014. Consigli serrati in calendario fino al 10 agosto, rischio di un confronto campale nelle paludi degli emendamenti a raffica.

ADimensione Font+- Stampa

palazzoMeno due giorni alla presentazione del bilancio, che farà il suo ingresso ufficiale nella stanza del consiglio comunale il 30 luglio. Intanto i lavori nella sala d’Ercole sono iniziati stamattina. Si è partiti da vari regolamenti sulle varie tassazioni d’approvare, e va già registrato un primo braccio di ferro tra maggioranza e opposizione. Cosa che lascia presagire una guerra in punta di emendamenti. 

Intanto la scaletta dei consigli ne prevede uno al giorno, sabato e domenica compresi, fino alla fatidica data del 10 agosto. Indiscrezioni vogliono la maggioranza fiduciosa di chiudere i lavori, con l’approvazione, entro il 3 di agosto. I consigli sono convocati sia di mattina (9.30-13) che di pomeriggio (15-22).

Sarà necessario scoperchiare il tetto come ai cardinali del primo conclave? L’aria non sembra essere delle migliori. La minoranza sta spingendo sul tasto dei tagli alla spesa, parlando di una riduzione possibile ai cordoni della borsa per circa un milione di euro. Soldi che però sono stati inseriti per dare “gambe” e denari alle varie deleghe che il sindaco Leonardo Michelini ha distribuito ai consiglieri di maggioranza. Politicamente, è lapallissiano, sarebbe un bel problema tagliare proprio quelle spese di bilancio. Vi ricordate l’atteggiamento dei consiglieri delle frazioni di qualche settimana fa? Insomma l’opposizione sta facendo battere la lingua dove il dente duole, mettendo Michelini davanti a una scelta: o ridurre la tassazione e scontentare i consiglieri delegati o fare l’inverso. 

Dalla maggioranza stamani ci sono state delle aperture, con il capogruppo di ‘Oltre le mura’ Maurizio Tofani che si è dichiarato favorevole al dialogo.