Palazzo dei Priori, nel Pd prende quota la candidatura a sindaco di Luisa Ciambella

Palazzo dei Priori, nel Pd prende quota la candidatura a sindaco di Luisa Ciambella

Il Partito Democratico cerca di darsi un verso nel comune capoluogo. Ieri un segnale importante: la direzione dell'Unione comunale Pd si è riunita e ha approvato all'unanimità il documento che saluta con giudizio positivo l'amministrazione Michelini.

ADimensione Font+- Stampa

Il Partito Democratico cerca di darsi un verso nel comune capoluogo. Ieri un segnale importante: la direzione dell’Unione comunale Pd si è riunita e ha approvato all’unanimità il documento che saluta con giudizio positivo l’amministrazione Michelini.

Un passaggio da non trascurare. Le anime del partito con questo gesto sembrano trovarsi d’accordo su un dettaglio non da poco. Di fatto dicono: “Abbiamo fatto bene”. Questo rilancia le azioni di Luisa Ciambella come possibile candidato sindaco, vista la scelta di Leonardo Michelini di tornare a vita privata e non tentare il bis.

Sicuramente il vicesindaco Ciambella è stato uno dei volti più importanti, forse il più importante, di questa amministrazione uscente. Questo la mette in pole position, in caso volesse, per essere investita dal Pd della carica di primo cittadino.

Anche perché se i democrat vogliono guardare al domani devono pur pensare di concedere spazi alle varie anime. Visti i risultati importanti dell’ala “panunziana” in Regione Lazio, nell’ottica di una riconciliazione degli animi, si potrebbe lasciare spazio a una rappresentante “fioroniana”: Luisa Ciambella, appunto; sul fronte delle comunali nel capoluogo. Chiamandola al prestigioso e importante incarico di correre come espressione del Pd a sindaco di Palazzo dei Priori.