Nuova mozione di sfiducia in vista per Michelini

Nuova mozione di sfiducia in vista per Michelini

La prima mozione di sfiducia aveva raggiunto la quota di 13 firme, necessarie per essere portata in consiglio comunale ma poi non era passata al momento del voto in aula. Questa volta, stando all'attuale situazione, passerebbe a maggioranza di 13 a 12, anche se i sette del Pd volessero restare fuori dalla partita.

ADimensione Font+- Stampa

Il Movimento Cinque Stelle prepara e mette sul tavolo, a disposizione dei consiglieri, una nuova mozione di sfiducia verso il sindaco Leonardo Michelini. Così lancia un appello a tutti i consiglieri di minoranza per firmarla ed estende l’invito anche ai sette consiglieri del Pd che non credono più in Michelini.

La prima mozione di sfiducia aveva raggiunto la quota di 13 firme, necessarie per essere portata in consiglio comunale ma poi non era passata al momento del voto in aula. Questa volta, stando all’attuale situazione, passerebbe a maggioranza di 13 a 12, anche se i sette del Pd volessero restare fuori dalla partita.

Non occorre che ci soffermiamo molto sulla situazione paradossale e tragicomica in cui versa la politica della nostra città. È sotto gli occhi di tutti quello che sta accadendo, le scaramucce e i battibecchi a mezzo stampa dei vari esponenti politici, il sindaco che crea un nuovo soggetto politico, stesse facce con nomi diversi al solito.

Ognuno agisca come crede, ma noi riteniamo che il vaso sia colmo e stia già traboccando e che i cittadini non possano più aspettare. La città ha bisogno di essere amministrata, possibilmente meglio.

Perciò, abbiamo preparato una seconda mozione di sfiducia per il sindaco che sarà a disposizione di tutti i consiglieri (e se diamo credito agli articoli sui giornali sono tanti) che ritengono che questa amministrazione abbia fallito e debba andare a casa.

Invitiamo perciò tutti i consiglieri di minoranza, e anche i sette del Pd ex maggioranza, a firmarla e a passare dalle chiacchiere ai fatti. Amate Viterbo? Dimostratelo firmando