Nuova Macchina di S. Rosa, chiesto parere di conformità sul bando

Nuova Macchina di S. Rosa, chiesto parere di conformità sul bando

Nuova tappa per il percorso che porterà alla nuova Macchina di Santa Rosa. Oggi pomeriggio in commissione è stato presentato il bando. L'opposizione ha chiesto il parere di conformità al segretario generale del Comune.

ADimensione Font+- Stampa

taborriLa dialettica per arrivare alle procedure che renderanno possibile l’avvio dell’iter per la nuova Macchina di Santa Rosa continua. Oggi pomeriggio il bando preparato dal dirigente è stato presentato in commissione. L’opposizione ha sollevato diverse perplessità e chiesto il parere di conformità al segretario generale Francesca Vichi.

La richiesta verrà presentata ufficialmente domattina, all’interno del consiglio comunale. Per la maggioranza è intervenuto il consigliere di ‘Oltre le mura’ Maurizio Tofani, dichiarando che si atterranno a quanto stabilirà il dirigente.

La novità che i consiglieri si sono trovati davanti riguarda il discorso della composizione della commissione, che sarà chiamata a scegliere il nuovo modello del “campanile che cammina”. All’articolo 7 del bando infatti si parla anche di esperti di tradizioni religiose e popolari della città di Viterbo. Formula che, verosimilmente, dovrebbe servire a inserire in commissione il Sodalizio e la Curia. L’esclusione dei facchini aveva innescato, nei giorni scorsi, un certo clima di nervosismo.

Per la minoranza però il bando arrivato in commissione non sembra conforme con quanto deliberato dal consiglio comunale. A questo punto è determinante il parere del segretario comunale.