Notte prima degli esami: domani la maggioranza alla prova di maturità in 3a Commissione

Notte prima degli esami: domani la maggioranza alla prova di maturità in 3a Commissione

Questa settimana dopo i tentennamenti delle scorse e il braccio teso dalla minoranza pur di riattivare le Commissioni e arrivare a un voto definitivo sulla pratica delle Terme di Paliano, il centrosinistra non ha più alibi e non può far altro che ripartire di slancio o ammettere definitivamente che non c’è niente da fare.

ADimensione Font+- Stampa

Settimana da prova di maturità per la maggioranza: tutto si gioca in terza Commissione. Questa settimana dopo i tentennamenti delle scorse e il braccio teso dalla minoranza pur di riattivare le Commissioni e arrivare a un voto definitivo sulla pratica delle Terme di Paliano, il centrosinistra non ha più alibi e non può far altro che ripartire di slancio o ammettere definitivamente che non c’è niente da fare.

In particolare l’attenzione è centrata sulla 3a Commissione che dovrà partorire non solo un documento condiviso sul progetto del Free Time sulle Terme di Paliano, ma prima ancora un equilibrio politico per la presidenza e la vice presidenza. Due fatti non scontati.

Sul primo punto infatti è in corso una piccola guerra interna nel Partito Democratico. Le due assenze nel Consiglio della scorsa settimana dei fedelissimi e dei sempre presenti Christian Scorsi e Martina Minchella infatti sono un segnale chiaro. Le assenze infatti, avrebbero potuto (dovuto?) far saltare il Consiglio comunale della scorsa settimana. Consiglio poi stoppato con la sospensione del punto e la decisione di ricomporre le Commissioni e di portare lì la discussione in vista del Consiglio di giovedì prossimo.

Ecco allora il secondo punto. La 3a Commissione che dovrà riunirsi domani, mercoledì e giovedì mattina in vista proprio dell’appuntamento di giovedì pomeriggio in Consiglio Comunale. Prima di riprendere i lavori però la mini assemblea dovrà trovare una quadra per la presidenza e la vicepresidenza, che mancano dalle dimissioni dell’estate 2015 da presidente di Goffredo Taborri, in seguito al suo passaggio dalla maggioranza all’opposizione, e da vice di Gianmaria Santucci che dopo alcuni tentativi di far ricomporre il quadro al centrosinistra andati a male, aveva gettato la spugna.

Dunque ecco che questa settimana è un banco di prova importante per la maggioranza. Dal punto di vista politico e dal punto di vista amministrativo.

Banner
Banner
Banner