Nomen Omen, le “guide” della città secondo la fotografa Lietta Granato in mostra dal 12 novembre

Nomen Omen, le “guide” della città secondo la fotografa Lietta Granato in mostra dal 12 novembre

La mostra si terrà nella sala della Madonna della Quercia, accanto alla sala consiliare del Comune, con un originale allestimento che proietterá il visitatore all'interno di una surreale, per alcuni versi utopica, realtà governativa dove impiegati, baristi ed esponenti della cultura locale si mescolano sorridendo o ammiccando dall'alto dei loro scranni, fra autoironia e serietà.

ADimensione Font+- Stampa

Sabato 12 novembre l’inaugurazione della mostra fotografica ‘Nomen Omen’ di Lietta Granato. I romani credevano che il destino delle cose del mondo e degli uomini fosse indicato dal nome.

Nella mostra dal titolo ‘Nomen Omen’ la fotografa Granato è partita da questa ancestrale credenza per raccontare e immortalare, con ironia e leggerezza, i volti di personaggi noti nel quotidiano della vita di Viterbo.

La mostra si terrà nella sala della Madonna della Quercia, accanto alla sala consiliare del Comune, con un originale allestimento che proietterà il visitatore all’interno di una surreale, per alcuni versi utopica, realtà governativa dove impiegati, baristi ed esponenti della cultura locale si mescolano sorridendo o ammiccando dall’alto dei loro scranni, fra autoironia e serietà.

I personaggi ritratti includono il presidente della Fondazione Caffeina Andrea Baffo, il giornalista Roberto Pomi e la presidente della Pro Loco Viterbo Irene Temperini, che vengono affiancati al barman Andrea Meloni, l’impiegata delle Poste Irene Paiolo e il dottore Giuseppe Bagnato in un gruppo di ipotetici consiglieri comunali immaginario e bizzarro.

La mostra, che è organizzata dalla’Associazione Click! Di Viterbo, è patrocinata dal Comune di Viterbo, la Provincia di Viterbo e dalla Pro Loco Viterbo e si tiene nella Sala della Madonna della Quercia – meglio conosciuta come ‘Sala della carrozza’ all’interno del Palazzo dei Priori, sede del Comune.

Le immagini resteranno esposte dal 12 al 24 novembre. L’orario di apertura è 9-19 dal lunedi al sabato, e l’inaugurazione – aperta al pubblico- sara’ sabato 12 novembre alle 18.

Decarta racconta la Tuscia