Nevischio sui Cimini, la primavera ancora lontana

Nevischio sui Cimini, la primavera ancora lontana

Pioggia mista a neve questa mattina sui monti del viterbese

ADimensione Font+- Stampa

“Marzo pazzerello, guarda il sole e prendi l’ombrello” è un famoso proverbio italiano, che indica la vulnerabilità del meteo in questo periodo dell’anno. Temperature primaverili che si alternano a temporali e forti raffiche di vento. In questi ultimi giorni la Tuscia sta vivendo in pieno la pazzia di questo marzo, mentre piogge e schiarite si alternano vorticosamente.

Questa mattina l’evento più particolare, quando un po’ di nevischio è caduto sui Cimini, con temperature che a tratti rasentavano gli zero gradi. Pioggia mista neve che ha stupito gli abitanti della zona, che si sono ritrovati catapultati in pieno inverno, quando invece la primavera dovrebbe essere alle porte.

Anche a Viterbo le temperature di questa mattina non sono mai salite sopra i 4 o 5 gradi, dando vita a quella che potrebbe essere stata la giornata più freddo dell’inverno. Le precipitazioni, comunque, dovrebbero continuare per tutta la giornata di oggi, dando una pausa domani anche se non è dato sapere se e quanto durerà la tregua.

Decarta racconta la Tuscia