Nero su bianco: led scelti il 14 maggio 2015. Ecco il verbale.

Nero su bianco: led scelti il 14 maggio 2015. Ecco il verbale.

La scelta delle lampade Led Schreder è avvenuta alla presenza dell’assessore Andrea Vannini, del perito Giancarlo De Rosa del Comune di Viterbo, del direttore dei lavori Marco Cornacchia e Francesco Sili della Gemmo Spa.

ADimensione Font+- Stampa

Ecco il documento che “incastra” Luisa Ciambella e Filippo Rossi: la scelta delle luci di San Pellegrino è stata fatta il 14 maggio 2015. Ovvero durante l’amministrazione Michelini. La scelta delle lampade Led Schreder è avvenuta alla presenza dell’assessore Andrea Vannini, del perito Giancarlo De Rosa del Comune di Viterbo, del direttore dei lavori Marco Cornacchia e Francesco Sili, rappresentante della società che gestisce la pubblica illuminazione, la Ati con capofila Gemmo Spa.

Nel verbale dell’incontro del 14 maggio si racconta che si è “valutata l’installazione dimostrativa realizzata in via San Clemente”. E sono state scelte le lanterne Valentino Led Schreder installate con vetro opaco sotto la piastra Led, senza vetri di chiusura laterali. Corpi illuminanti scelti perché tra i più “idonei alla conservazione dello stile” di quelle precedenti.

• Fatevi un’idea: le foto delle nuove lampade. Vi piacciono?

In allegato al documento la descrizione tecnica delle lanterne e delle lampade che sono a temperatura 3.000k. Che sono davvero “tra le più calde in circolazione”, come ha detto l’assessore Vannini a La Fune. Le più calde sarebbero quelle a 2700k. Ma questo è un altro discorso, perché in tanto alla fine hanno apprezzato la scelta delle luci più fredde.

A infastidire sia Vannini che l’ex sindaco Giulio Marini erano state le parole del vicesindaco Luisa Ciambella, che aveva puntato il dito contro la precedente amministrazione, e la lamentela, fuori dagli spazi istituzionali, del consigliere Filippo Rossi. Vannini, aveva invece da subito difeso la scelta chiedendo ai due amministratori di leggersi la normativa.