“Nelle frazioni c’è il futuro, chi non lo capisce è uno zuccarone”

“Nelle frazioni c’è il futuro, chi non lo capisce è uno zuccarone”

Il consigliere democratico, di Bagnaia, è tornato per provare a inserire delle cifre in bilancio per il proprio ex-Comune. Una posizione, quella di Troili, criticata dall’opposizione.

ADimensione Font+- Stampa

“Nelle frazioni c’è il futuro, chi non lo capisce è uno zuccarone”. Arduino Troili affonda in Consiglio comunale alla prima del 2016 dopo mesi di assenza dovuta alla crisi, che per lui non è mai finita. Il consigliere democratico, di Bagnaia, è tornato per provare a inserire delle cifre in bilancio per il proprio ex-Comune. Una posizione, quella di Troili, criticata dall’opposizione.

“Sono venuto – ha detto Troili in aula – per ascoltare le linee programmatiche del bilancio e per sentire se ci sono risposte ai problemi che ho posto per Bagnaia, ma non solo. Non capire che gli ex comuni sono una risorsa importantissima significa non capire il futuro. E chi non lo capisce è uno zuccarone”.

L’amministrazione, oggi tenuta in vita dalla presenza di Arduino Troili che ha mantenuto il numero legale in Consiglio comunale, avrebbe di fatto deciso di accettare alcune di quelle che saranno le richieste di Troili. La maggioranza infatti ha paura che possa tornare in Consiglio per votare no al bilancio. Stesso ragionamento per Marco Volpi, che potrebbe decidere di fare lo stesso se alcune delle sue richieste, in particolare quelle per Grotte Santo Stefano, non dovessero passare.