Motocross vandalico nell’area di Poggio Conte a Ischia di Castro, dopo la denuncia di Radiogiornale il Comune interviene

Motocross vandalico nell’area di Poggio Conte a Ischia di Castro, dopo la denuncia di Radiogiornale il Comune interviene

Eremo di poggio Conte a Ischia di Castro "vandalizzato" dal motocross senza regole. Il fatto si è consumato lo scorso lunedì 17 aprile. Lucio Matteucci, presidente di Viterbo Civica, aveva segnalato lo scempio. Radiogiornale aveva ripreso la notizia, grazie al lavoro di Caterina Berardi.

ADimensione Font+- Stampa

Eremo di poggio Conte a Ischia di Castro “vandalizzato” dal motocross senza regole. Il fatto si è consumato lo scorso lunedì 17 aprile. Lucio Matteucci, presidente di Viterbo Civica, aveva segnalato lo scempio. Radiogiornale aveva ripreso la notizia, grazie al lavoro di Caterina Berardi.

A distanza di pochi giorni il sindaco Salvatore Serra è intervenuto, per scongiurare il ripetersi dell’accaduto e contemporaneamente ha scritto al giornale per ringraziare del servizio svolto, ringraziando anche Viterbo Civica per la costante attenzione alla tutela della bellezza del territorio.

 

LA LETTERA DEL SINDACO SALVATORE SERRA

Illustre Direttore,

a seguito dell’articolo “Motocross vandalico nell’area di Poggio Conte“, pubblicato su RadioGiornale in data 18.04.2017, e grazie alla puntuale segnalazione del Sig. Lucio Matteucci sui fatti accorsi durante la festività di Pasquetta presso l’area circostante il sito del Romitorio rupestre, questa Amministrazione Comunale ha intrapreso diverse iniziative al fine di evitare che tali episodi non si ripetano.

Riassumendo per chi non ne fosse al corrente, nel primo pomeriggio di lunedì 17 aprile 2017 alle 15:30 circa, 6 “motociclisti enduristi” hanno pensato bene di percorrere con i loro veicoli il sentiero pedonale che conduce presso il bellissimo Eremo di Poggio Conte.

Trattandosi di un sentiero di piccole dimensioni e attrezzato con dei piccoli ponti in legno per l’attraversamento di vari ruscelli, considerato che in quel momento, vista la giornata particolare, era percorso da decine di visitatori è successo che le persone per evitare di essere investite hanno dovuto trovare rifugio tra la vegetazione circostante e il bosco con notevole disaggio e pericolo per la loro incolumità.

Dal sopralluogo effettuato dall’Ufficio di Polizia Locale in data 19 aprile è emersa chiaramente la necessità di precludere il transito a tutti i veicoli lungo il sentiero pedonale di cui sopra, in primis per una questione di tutela della pubblica incolumità e poi non meno importante per il rispetto e la conservazione dei beni archeologici e ambientali che in questo sito ed altri sono di valore inestimabili.

Questa Amministrazione che ha il dovere di tutelare il proprio territorio, la conservazione e la valorizzazione di tutti i reperti storici ed archeologici che su di esso giacciono, oltre che alla sicurezza di tutti coloro che si trovano a percorrerlo, ha immediatamente dato mandato all’Ufficio di Polizia Locale di intraprendere tutte iniziative per l’individuazione delle persone che si sono rese colpevoli di quanto sopra esposto oltre che ad emettere Ordinanza n. 10 del R.G.O del 20 aprile 2017 di “Divieto di transito per tutti i veicoli a motore e contestuale istituzione di percorso pedonale nelle aree archeologiche della Città di Castro e nel Romitorio di Poggio Conte”.

Sperando che fatti simili non avvengano più, vogliamo cogliere l’occasione per ringraziare il Sig. Lucio Matteucci che con grande senso civico si è prodigato per la tutela del nostro territorio, dandoci immediata informazione sull’accaduto e mettendosi a disposizione per ogni eventuale necessità amministrativa derivi dalla sua posizione di testimone dei fatti accaduti.