Montefiascone Art Festival, artisti e cultura per far rinascere il borgo

Montefiascone Art Festival, artisti e cultura per far rinascere il borgo

Dal 9 al 17 settembre tante le iniziative nel suggestivo borgo affacciato sul Lago di Bolsena. Tanti appuntamenti da non perdere, per una prima edizione interessante.

ADimensione Font+- Stampa

Al via la prima edizione del Montefiascone Art Festival. Ideato da Mauro Malgrande e Claudio Miani, promosso dalla Società Sportiva Lazio e dall’Officina d’Arte OutOut, patrocinato dal Comune di Montefiascone, Assessorato allo Sviluppo del Territorio e Eventi e con la collaborazione del Museo della Mente di Roma e dell’Agriturismo Borgo Campanile. Dal 9 al 17 settembre tante le iniziative nel suggestivo borgo affacciato sul Lago di Bolsena.

A partire dalle ore 17.30 di sabato 9 settembre, presso le Ex Carceri della Rocca di Montefiascone verranno raccontate vite e accadimenti di alcune tra le persone più importanti della nostra storia: da Oscar Wilde, ad Alda Merini, da Enzo Tortora ad Aldo Moro, da Richard Dadd a Hurrican Carter. Il tutto narrato attraverso l’Arte, quella da sempre promossa dall’Officina d’Arte OutOut, in grado di abbracciare differenti forme espressive: teatro, cinema, danza, materie plastiche e pittoriche.

L’obiettivo è restituire la libertà privata con l’arte tout court, raccontando le reclusioni forzate e costrittive, figlie di errori giudiziari, che a partire da fine ‘800 e giungendo sino ai nostri giorni, hanno lasciato tracce indelebili nella storia di tutti.

Tra gli artisti presenti spiccano i nomi di Paul Kostabi, pittore, musicista e produttore statunitense, di Abdayem Aziz Moussa, Maestro incisore di origine tunisina e naturalizzato italiano, Giulia Spernazza, pitto-scultrice impegnata nell’analisi formale delle figure umane, Maria Concetta Borgese, coreografa Rai e Mediaset e lo scrittore/traduttore Claudio Marrucci.

Evento della prima sera, presso i meravigliosi scavi della Rocca, la Ballata dal Carcere di Reading, di Oscar Wilde portata in scena dall’attore Claudio Miani e dal musicista Andrea Del Monte, con la supervisione registica dello scrittore e saggista Antonio Veneziani. Un viaggio suggestivo alla scoperta della reclusione vissuta in prima persona dallo scrittore irlandese e dalle difficili condizioni carcerarie di fine ottocento. A seguire aperitivo offerto ai presenti.

Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito.

 

 

Info & comunicazioni: https://outoutmagazine.com/m-a-f-2017/
Mail: [email protected]
Referente Progetto: Mauro Malgrande +393389562627