Mongiardo: “Rappresenterò i giovani all’assemblea nazionale”

Mongiardo: “Rappresenterò i giovani all’assemblea nazionale”

Melissa Mongiardo parla anche dell’ottimo risultato ottenuto dalla mozione Orlando a Viterbo, dove ha registrato un risultato di oltre 10 punti percenuali superiore alla media nazionale. “È la dimostrazione che si è lavorato bene. Quando si lavora capillarmente si ottengono risultati”.

ADimensione Font+- Stampa

“Rappresenterò i giovani all’assemblea nazionale”. La viterbese Melissa Mongiardo è stata eletta durante lo scorso congresso del Partito Democratico insieme ad altri due under-35, Sara Lilli e Guido Saffieri. “Rappresenteremo Generazione Y – ha spiegato a Sbottonati – e sono contenta di essere stata eletta a Roma in un collegio quasi di frontiera”. Si parla del collegio “delle Torri” (Torvergata, Torre Maura, etc) di un quartiere periferico.

“Quel territorio mi ha fatto fare una bella battaglia. Una periferia pura, un posto dove la politica è assente da tempo e non ci sono luoghi di aggregazione. Ho capito che la politica per come l’ho vissuta fino a ora è poca cosa. I problemi di Viterbo in confronto a quelli che vivono lì le persone, sono davvero il nulla”. Un modo per prendere un percorso nuovo. “Lì ci sono persone che non ci credono più, ed è da quelle persone che dobbiamo ripartire”.

Melissa Mongiardo parla anche dell’ottimo risultato ottenuto dalla mozione Orlando a Viterbo, dove ha registrato un risultato di oltre 10 punti percenuali superiore alla media nazionale. “È la dimostrazione che si è lavorato bene. Quando si lavora capillarmente si ottengono risultati”.

Anche una piccola polemica con chi vorrebbe traslare il risultato nazionale e ridisegnando gli equilibri locali. “Non mi piace – ha concluso – che si prenda la parte per il tutto. Abbiamo parlato della segreteria nazionale e non degli equilibri della segreteria viterbese. La federazione ha una gestione unitaria”.