Mongiardo: “La fontana Sfera si farà, c’è l’impegno del Sindaco”

Mongiardo: “La fontana Sfera si farà, c’è l’impegno del Sindaco”

Melissa Mongiardo, una dei promotori insieme a Gianluca Grancini, della riqualificazione della fontana ideata da Claudio Capotondi, inaugurata circa 20 anni fa e da allora lasciata a se stessa nell’incuria più totale, torna a parlare a Sbottonati degli interventi in programma, che sono di tre tipi

ADimensione Font+- Stampa

“La fontana Sfera si farà, c’è l’impegno del Sindaco”. Melissa Mongiardo, una dei promotori insieme a Gianluca Grancini, della riqualificazione della fontana ideata da Claudio Capotondi, inaugurata circa 20 anni fa e da allora lasciata a se stessa nell’incuria più totale, torna a parlare a Sbottonati degli interventi in programma, che sono di tre tipi. Uno riguarda il verde pubblico che circonda la fontana, per la quale ci sarebbero già i soldi, poi uno per la riattivazione della fontana con piccoli lavori idraulici ed elettrici e infine uno, il più sostanzioso, promesso dal sindaco Michelini (qui), che riguarda la trasformazione dell’area con un progetto di urbanizzazione della stessa.

 

La fontana a Sfera si fa o non si fa?

“Dopo l’incontro fatto con lo scultore Claudio Capotondi che si è messo a disposizione per riqualificare la sua opera e il sindaco Michelini, l’assessore Saraconi e l’architetto Labellarte. C’è stato un altro sopralluogo tecnico con l’assessore e il consigliere Grancini che insieme a me sta facendo questa battaglia, per fare un preventivo insieme ad un idraulico. L’impegno è fattivo sono contenta che l’assessore Saraconi abbia preso a cuore la questione”.

 

Quanti interventi servono?

“C’è una parte di riqualificazione, che riguarda l’area verde che partirà. Poi ci sono altri due interventi. Quello per la fontana, con interventi idraulici ed elettrici, e un’intervento, progettato dall’architetto Labellarte, per la riqualificazione dell’intera area che ora è un parcheggio abusivo per camper. L’idea è quella di fare un parco per rendere la zona fruibile”.

 

I soldi si prendono dal bilancio 2016? Sono decisivi questi giorni in cui si voterà il bilancio?

“I sopralluoghi sono continuati quindi la macchina amministrativa si è messa in moto. Poi l’impegno del sindaco è stato chiaro, ha ribadito che l’opera è importante e che i fondi si sarebbero trovati. Al di là dell’impegno preso da me e Gianluca Grancini ha spiegato che era un punto della sua campagna elettorale. Non vedo perché ci dovrebbe essere una marcia indietro”.

 

Ora?

“Continuiamo e andiamo avanti per fare quel che possiamo fare. La riqualificazione di tutta l’area è un plus che ha proposto il sindaco. Io e il consigliere Grancini insieme all’assessore Raffaella Saraconi ci eravamo mossi per riqualificare la fontana con la sua messa in funzione. Tra l’altro anche il Pd, rappresentato dal capogruppo Pd Mario Quintarelli nell’occasione del sopralluogo, ha chiaro che è uno dei punti da portare avanti”.

 

Di quanti soldi si parla?

“Per il progetto di Labellarte non so quale sia il costo. Per il resto si parla di piccoli interventi e piccole cifre. Per il resto c’è stato un impegno del Sindaco e a questo punto pretendiamo l’intervento. Spero che questa prassi diventi una regola: trasversalmente ci siamo messi in gioco per un bene comune”.