Moltoni, Serra sulla seconda convocazione: “Sarebbe meglio aspettare, così c’è la possibilità di votare no”.

Moltoni, Serra sulla seconda convocazione: “Sarebbe meglio aspettare, così c’è la possibilità di votare no”.

Francesco Serra è scettico sui tempi della procedura per la decadenza del consigliere Francesco Moltoni che potrebbe arrivare giovedì, pochi giorni prima la decisione del giudice sulla causa tra Comune e assicurazione che potrebbe salvare il consigliere passato dalla maggioranza all'opposizione

ADimensione Font+- Stampa

L’ex capogruppo Pd apre al fronte del No, ma preferirebbe aspettare che il Tribunale si pronunci sulla causa tra assicurazione e Comune di Viterbo. Francesco Serra è scettico sui tempi della procedura per la decadenza del consigliere Francesco Moltoni che potrebbe arrivare giovedì, pochi giorni prima la decisione del giudice sulla causa tra Comune e assicurazione che potrebbe salvare il consigliere passato dalla maggioranza all’opposizione. La maggioranza invece sembra convinta di tirare dritto e di voler votare, addirittura in seconda convocazione, la pratica.

 

Per la vicenda Moltoni che farete in Consiglio?

Non lo so, ma avremmo fatto bene aspettare 15 giorni per avere questa sentenza. Se no rischiamo di togliere un diritti regolarmente acquisito senza aver certezze. Ci chiedono una valutazione politica. Se votiamo per la decadenza e poi il Comune vince la causa con l’assicurazione faremo un danno. Se invece l’assicurazione non paga, e così non fa Moltoni, allora deve uscire dal Consiglio. Però il problema si pone”.

 

La maggioranza vi chiama allo scoperto con la seconda convocazione..

“Ho sempre deciso di non partecipare perché non so che scelta prendere. Se deve essere così però rischio di propendere per non farlo decadere, affronteremo la situazione. Poi c’è sempre questo clima, siamo col fiato sul collo sembra che stiamo sempre per compiere qualche delitto: dal voto di scambio all’omissione di atti d’ufficio, chi più ne ha più ne metta”.

 

A proposito di questo, le sembrano esagerate quelle letture del presidente Ciorba?

“Come per i Revisori, se ci chiedono un parere io penso che mi posso esprimere come preferisco. Comunque certo che bisognerà decidere, ma meglio farlo con tutti gli elementi. Ripeto, se l’assicurazione paga Moltoni non deve decadere”.

 

Però come si sono messe le cose non si farà dopo la sentenza, ma prima e giovedì si dovrebbe votare..

“Decideremo. Certo così si rischia di votare no, e magari di sbagliare”.

 

C’è fretta?

C’è il sollecito delle Prefettura, vogliono procedere. C’è una valutazione generale da fare, se fosse solo da applicare la legge non chiedevano un parere al Consiglio. È una situazione di difficoltà generale, si tende a forzare la mano. Dovevamo aspettare”.

 

Questa vicenda riapre vecchie ferite?

“Ormai da quel punto di vista ho già dato, mi preoccupo fino a un certo punto”.

 

Decarta racconta la Tuscia