Minoranza: “Viterbo non merita un sindaco così, Michelini si dimetta subito”

Minoranza: “Viterbo non merita un sindaco così, Michelini si dimetta subito”

Chiuso il Consiglio comunale, la minoranza (escluso i 5 Stelle) si riunisce e chiede le dimissioni del Sindaco: "la maggioranza non c'è più"

ADimensione Font+- Stampa

Chiuso il Consiglio comunale, la minoranza (escluso i 5 Stelle) si riunisce e chiede le dimissioni del Sindaco: “la maggioranza non c’è più”. Poche parole per pochi concetti: i capigruppo della minoranza hanno chiesto a Leonardo Michelini di fare un passo indietro dopo che parte della sua maggioranza ha disertato il Consiglio comunale. Quella parte proprio vicina al sindaco.

 

Vittorio Galati

“Il Sindaco era a conoscenza della transazione con Viterbo Ambiente e dice il contrario – ha detto Galati – questo è un sindaco che mente sapendo di mentire: i viterbesi non ne possono più”.

 

Sergio Insogna ironizza sulle parole di Treta.

“I Moderati e riformisti, oggi sono modesti e riformati. Se venivano in Consiglio e votavano avevano i numeri per far passare la nomina che è passata con 10 voti, se venivano vinceva il sì, loro infatti sono 11″.

 

Gianmaria Santucci

“La maggioranza non viene in aula, nessuno lo dice e Michelini fa finta di niente. Si sono frantumati, ma non c’è nuova maggioranza. Non c’è proprio maggioranza. Se non c’è ci vuole rispetto delle istituzioni, se vuole mantenere la sua dignità politica, stasera si deve dimettere. Viterbo non si merita un sindaco così”

 

Goffredo Taborri ironizza

“Mi auguro che continuino è una commedia tragicomica. Di solito si paga per vederle, qui è tutto gratis. Questo Sindaco è inutile”.

 

Chiara Frontini

“Sono andati a sbattere contro la propria prepotenza. Oggi è una ulteriore conferma che la maggioranza non c’è più”.

 

Luigi Buzzi

“Dico a Treta che ha fatto un articolo farneticante e chi è assente ha sempre torto. Oggi è stata una brava opposizione”.

 

Giulio Marini

“Il 28 agosto 2012 quando la mia maggioranza mi votò contro mi dimisi. Michelini faccia lo stesso per difendere la sua dignità politica”.