Migranti, Michelini al Prefetto: “Coinvolga tutti i Comuni, alla Fiera garantisca che sia un centro temporaneo”

Migranti, Michelini al Prefetto: “Coinvolga tutti i Comuni, alla Fiera garantisca che sia un centro temporaneo”

Viterbo chiede che i Comuni della Tuscia vengano tutti coinvolti allo stesso modo per l’accoglienza dei migranti. Ieri mattina il sindaco del comune di Viterbo Leonardo Michelini ha parlato durante la quarta commissione consiliare chiedendo al viceprefetto Salvatore Grillo di distribuire i migranti in parti uguali: “E noi faremo la nostra parte”.

ADimensione Font+- Stampa

Viterbo chiede che i Comuni della Tuscia vengano tutti coinvolti allo stesso modo per l’accoglienza dei migranti. Ieri mattina il sindaco del comune di Viterbo Leonardo Michelini ha parlato durante la quarta commissione consiliare chiedendo al viceprefetto Salvatore Grillo di distribuire i migranti in parti uguali: “E noi faremo la nostra parte”.

La discussione partita dalla questione del ghetto della Fiera che la Prefettura sta costruendo si è allargata a una questione di peso dei migranti in arrivo, numericamente parlando, sui territori. Ad oggi non tutti farebbero la propria parte equamente e su questo il sindaco ha chiesto uno sforzo al viceprefetto, che non ha garantito la fattibilità della proposta. Si parla di percentuali, che anche se non sono ufficiali possono divenire almeno ufficiose. Cifre comunque accettabili per gli equilibri dei territori. Ad oggi a Viterbo in prima accoglienza sono circa cento i migranti, uno ogni tremila abitanti. Numeri gestibili “se solo tutti fanno la loro parte”.

Quanto il centro alla fiera: “Voglio – ha concluso Michelini – che la Prefettura garantisca che venga chiuso il prima possibile. Voglio la garanzia che non sia una situazione stabile”. Difficile immaginarlo dopo tutti gli investimenti che si stanno facendo per rendere il “ghetto” abitabile.