Michelini: “rimpasto? Vedrò tutti e poi…”. Entro 5 giorni la nuova quadra

Michelini: “rimpasto? Vedrò tutti e poi…”. Entro 5 giorni la nuova quadra

Come sta conducendo il Consiglio comunale il presidente Filippo Rossi? “Il Pd non ha mai nascosto il proprio malessere a riguardo, ma secondo me sono più che altro atteggiamenti sul piano personale".

ADimensione Font+- Stampa

de alexandris barelli“La verifica ci sarà e arriverà entro 5 giorni”. Queste le poche parole chiare espresse dal sindaco Leonardo Michelini ospite ieri di Sbottonati su Radio Verde. Per il resto il Primo cittadino non si è voluto far scappare di bocca nulla, perché attende le comunicazioni ufficiali del Pd, di Oltre Le Mura e degli altri quattro partiti della maggioranza: Viva Viterbo, Lista Civica, Ncd e Sel (leggi).

 

Come sta la maggioranza, come si farà questa verifica?

“Le verifiche servono per migliorare, ma il quadro di riferimento rimane lo stesso”.

 

Cioè?

“C’è un quadro di riferimento ed è quello che ha sostenuto la mia candidatura, cambiare le maggioranza dopo le elezioni è una cosa che non mi piace, salvo occasioni eccezionali, certo. Ad esempio se qualcuno non vota il bilancio o ha posizioni importanti in contrasto con l’Amministrazione si può valutare di escluderlo dalla maggioranza, ma non mi sembra questo il caso. Su questo punto, insomma, sono dell’avviso che bisogna mantenere fede del risultato elettorale.

 

Uno scambio di deleghe?

“Vedrò il Pd, Oltre Le Mura e tutti gli altri e si vedrà”.

 

Come sta conducendo il Consiglio comunale il presidente Filippo Rossi?

“Il Pd non ha mai nascosto il proprio malessere a riguardo, ma secondo me sono più che altro atteggiamenti sul piano personale che non hanno a che fare col sentimento di squadra. I viterbesi la scelta l’hanno fatta su un assetto politico e su una squadra. Una squadra che se vince, vince tutta insieme. Ecco, ci vuole più spirito di squadra, non transigerò su questo. È un comandamento che va rispettato”.

 

Questo non succede?

“Deve esserci coerenza tra Giunta e Consiglio. Si deve discutere prima delle decisioni, ma una volta prese si deve andare avanti con quelle tutti insieme. Il dissenso va espresso prima. Ci deve essere una squadra determinata a vincere e a passarsi la palla. È passato un anno e mezzo dobbiamo essere più convinti e determinanti”.

 

Esclude che Viva Viterbo possa uscire dalla maggioranza?

“Non escludo nulla, entro cinque giorni la verifica sarà completata”.