Michelini: “Contrario alla soluzione della Regione Lazio”

Michelini: “Contrario alla soluzione della Regione Lazio”

Leonardo Michelini interviene sulla faccenda dei rifiuti della zona braccianese esprimendo la contrarietà del Comune di Viterbo alla decisione presa dalla Regione Lazio,

ADimensione Font+- Stampa

saraconi_micheliniSulla decisione della Regione Lazio di inviare i rifiuti dell’area braccianese a Monterazzano interviene il sindaco di Viterbo Leonardo Michelini. Riportiamo la nota stampa.

 

“Il Comune di Viterbo è contrario all’arrivo dei rifiuti dei comuni della provincia di Roma”. Lo dichiara con fermezza il sindaco Leonardo Michelini di ritorno dall’incontro di questa mattina in Regione con l’assessore Civita, i consiglieri regionali Panunzi, Valentini e Sabatini e l’assessore della Provincia di Viterbo Equitani. Al centro dell’attenzione l’imminente chiusura della discarica di Cupinoro, sito di conferimento per oltre venti comuni della provincia di Roma, e la conseguente emergenza di individuare altro sito a cui conferire i rifiuti di parte di quei comuni.

 

“La soluzione della discarica di Monterazzano – continua il primo cittadino – non può essere la risposta alle disfunzioni di un piano regionale dei rifiuti che, prima di tutto, dovrebbe riconoscere una premialità per chi ha adottato il sistema di raccolta differenziata. Nella provincia di Viterbo, i comuni che già hanno attivato tale sistema hanno ridotto il 40 e in molti casi il 50% i quantitativi dei conferimenti in discarica, consentendo con ciò una maggiore durata della stessa.

 

Ora, come ci ha illustrato questa mattina l’assessore all’Ambiente Civita – spiega il sindaco – attendiamo che la Regione Lazio ci invii il piano con riportate nel dettaglio le situazioni di emergenza rifiuti, per poi valutare, anche insieme alla Provincia, la possibilità di un eventuale utilizzo dell’impianto di Casale Bussi per il solo trattamento degli stessi. Tutto ciò sempre nei limiti dei quantitativi consentiti e per un periodo di tempo molto ristretto.

 

Ribadisco la contrarietà del Comune di Viterbo a soluzioni che prevedono l’utilizzo della discarica di servizio di Monterazzano. Soluzione questa, prevista oggi come unica dal piano regionale dei rifiuti del 2012, motivata soltanto dalla prossimità dei comuni della provincia di Roma con la provincia di Viterbo e, quindi, con la discarica di Monterazzano”.