Michelini chiude la vicenda Rsa: “Paghiamo tutto, mettiamo una pietra tombale”

Michelini chiude la vicenda Rsa: “Paghiamo tutto, mettiamo una pietra tombale”

Nel Consiglio comunale di oggi il sindaco di Viterbo Leonardo Michelini, rispondendo ad una domanda di Sergio Insogna ha annunciato una prossima delibera di Giunta che azzererà il debito nei confronti delle Residenze sanitarie assistenziali

ADimensione Font+- Stampa

Michelini chiude la vicenda Rsa: “Paghiamo tutto, metteremo una pietra tombale”. Nel Consiglio comunale di oggi il sindaco di Viterbo Leonardo Michelini, rispondendo ad una domanda del consigliere del GAL Sergio Insogna, ha annunciato una prossima delibera di Giunta che azzererà il debito nei confronti delle Residenze sanitarie assistenziali per l’anno 2015. “Ho chiesto un ricalcolo, famiglia per famiglia, del debito nei confronti delle Rsa. Questo insieme al recupero di alcune economie ci ha fatto avere un conto preciso di quanto bisogna pagare e abbiamo capito che la differenza tra quello da pagare e quello che abbiamo a disposizione in pratica ha poche migliaia di euro di differenza e quindi pagheremo tutto. Siamo certi, spero che la notizia tranquilli tutti”.

Salta così anche la questione del contributo da versare alle famiglie che erano diventate così controvoglia e per imposizione del Comune titolari del debito. Vicenda pericolosa per la stabilità economica delle famiglie. “Mettiamo una pietra tombale – ha concluso – si paga e si chiude la partita. Il meccanismo del contributo scattava perché non avevamo le risorse. Ora le abbiamo, non c’è contributo alle famiglie, paga il Comune direttamente. Spero di poter dar l’ufficialità il più presto possibile”.

Sulla vicenda si era espressa anche la giustizia amministrativa che aveva accolto i ricorsi dell’associazione Aforsat che riunisce i famigliari dei pazienti delle Rsa.