Menicacci interviene sulla questione Perugini-Kyenge: “Luciano ha fatto una cazzata”

Menicacci interviene sulla questione Perugini-Kyenge: “Luciano ha fatto una cazzata”

Dura presa di posizione del sindaco di Soriano nel Cimino dopo lo scivolone dell'assessore che è caduto nella provocazione di un post bufala e ha lanciato un commento razzista contro l'ex ministro

ADimensione Font+- Stampa

Nessuno è immune dalle notizie bufala che circolano sui social network. Lo ha imparato a sue spese anche l’assessore di Soriano nel Cimino Perugini, che è finito nell’occhio del ciclone per un commento razzista rivolto all’ex ministro e parlamentare Cécile Kuenge Kashetu, dopo la pubblicazione di una delle classiche notizie bufala su facebook.

Dopo l’ira dell’opposizione e la risposta della stessa Kyenge, ora interviene anche il sindaco Fabio Menicacci, che non ci gira troppo intorno: “Ha fatto una cazzata”. In tarda serata, poi, anche il primo cittadino si è ricomposto e ha diffuso una nota ufficiale: “In merito alle affermazioni, riportate dai media in questi giorni relative all’assessore Luciano Perugini, questa amministrazione  fa presente che tali affermazioni non fanno parte del modo di pensare, né tantomeno di agire, di chi amministra Soriano nel Cimino, né di chi lo abita e lo vive. Tengo a precisare che la nostra comunità ospita oltre 250 nuclei familiari per un totale di oltre 800 persone di diverse razze, etnie e religioni e le stesse sono perfettamente integrate nel nostro sociale”.

Una risposta piuttosto eloquente quella dell’amministrazione Menicacci, che di fatto prende una netta distanza dalle affermazioni di Perugini, anche senza prendere provvedimenti ufficiali apparentemente. Una situazione che di sicuro ha messo in grave imbarazzo tutta la Giunta, visto che anche il programma radiofonico del Sole24Ore “La Zanzara” si è interessato del caso e ha tentato di chiamare in diretta l’assessore.

“L’assessore Perugini – continua il sindaco -, nonostante le tante attività di volontariato che svolge e l’umanità che la collettività gli riconosce, ha pubblicato delle affermazioni scritte con troppa leggerezza, rispondendo ad una provocazione apparsa sul web rivelatasi poi una bufala a nome della parlamentare europea Cecile Kienge che recitava ‘chi vota no al referendum è un razzista’”.

Una patata bollente per il Comune di Soriano e mentre il sindaco riporta le scuse pubbliche del suo assessore, i media scavano nel passato di Perugini. A “La Zanzara”, infatti, hanno anche riesumato un vecchio post su facebook dell’assessore sorianese sulla vicenda Di Canio-Sky, nel quale commentava “Vai Paolo sei il più grande, viva il Duce”.

Banner
Banner
Banner