Melaragni e Trincanato: “Turismo, CNA al tavolo del Mibact per lo sviluppo”

Melaragni e Trincanato: “Turismo, CNA al tavolo del Mibact per lo sviluppo”

Melaragni e Trincanato: “Turismo, CNA entrerà nel tavolo tecnico del Mibact. Scommettiamo sul viaggio esperienziale”.

ADimensione Font+- Stampa

Melaragni e Trincanato: “Turismo, CNA entrerà nel tavolo tecnico del Mibact. Scommettiamo sul viaggio esperienziale”.

CNA, Associazione di rappresentanza dell’artigianato e della piccola e media impresa, siederà al tavolo tecnico permanente sul turismo istituito presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. L’annuncio, dato in occasione del convegno nazionale organizzato dalla Confederazione sul ruolo del settore nell’economia italiana, “aiuta a guardare al futuro con un pizzico in più di ottimismo”. Ne sono convinti Luigia Melaragni, segretaria della CNA di Viterbo e Civitavecchia, e Andrea Trincanato, operatore turistico, presidente territoriale di CNA Turismo e Commercio, che hanno partecipato ai lavori.

“Parliamo di un asset strategico per la crescita. Il riconoscimento del valore del nostro contributo da parte del Ministero -spiega Melaragni – evidenzia che si punta, finalmente, a coinvolgere i tanti attori economici al lavoro ogni giorno per rendere questo Paese sempre più attraente per i turisti: certamente le strutture ricettive, la ristorazione, i tour operator, i servizi di trasporto persone, ma non solo. Come è stato ribadito nel corso dell’evento, c’è bisogno di un alfabeto turistico in cui trovi spazio l’idea del prodotto artigiano, dal manufatto artistico all’enogastronomia, del made in Italy, del bello che viene creato e conservato. A questo proposito, CNA propone – aggiunge – una vera e propria Carta degli artigiani del turismo”.

“Registriamo una evoluzione della domanda. La scommessa è, oggi, sugli itinerari alternativi alle grandi città, sul turismo cosiddetto esperienziale – dice Trincanato -. Il viaggio diventa una vera e propria scoperta di tutte le cose belle che offrono i nostri comuni, i borghi; è anche un’occasione per apprendere, per esempio, come si lavora la ceramica o come si produce la ricotta. Dobbiamo dunque creare un coordinamento tra tutte le attività che concorrono a costruire il racconto dei territori”.

Alla presenza della sottosegretaria Dorina Bianchi, CNA ha così lanciato una nuova sfida: un percorso di valorizzazione dell’intero sistema dell’artigianato e delle piccole imprese che contribuiscono a rendere l’Italia una meta desiderabile per il turismo internazionale.

Natale Viterbo