Medioera, dal 23 al 26 marzo l’ottava edizione. Al centro il talento

Medioera, dal 23 al 26 marzo l’ottava edizione. Al centro il talento

Questi, in breve, i numeri dell’ottava edizione: 61 ospiti, 14 startup, 154 instagramers (ad oggi...) 25 dibattiti, 12 workshop, 1 Webinar, 1 Cena Social, 1 Colazione Digitale, 11 enti ed organizzazioni sostenitrici, 24 aziende sponsor, 6 partner.

ADimensione Font+- Stampa

Si è tenuta stamattina, nella Sala Regia di Palazzo dei Priori di Viterbo, la conferenza stampa ufficiale di Medioera, il festival della cultura digitale e dell’innovazione che si terrà dal 23 al 26 marzo 2017.

Presenti all’appuntamento, oltre ai tre ideatori della manifestazione, Mauro Rotelli, Marco De Carolis e Massimiliano Capo, il sindaco di Sutri, Guido Cianti, il presidente della Fondazione Carivit, Mario Brutti, l’assessore alla Cultura del Comune di Viterbo, Antonio Delli Iaconi, il responsabile dello Spazio Attivo Bic Lazio Giulio Curti, ed, inoltre, il direttore della Federlazio, Giuseppe Crea ed il direttore di Confartigianato, Andrea De Simone.

L’evento, che sarà ospitato presso lo Spazio Attivo Bic Lazio a Valle Faul, è all’ottava edizione e si è andato progressivamente affermando come tra i più importanti del settore in Italia, potendo vantare, in uno storico di ben sette anni, ospiti di livello nazionale ed internazionale e centinaia di visitatori provenienti da ogni regione.

Il filo conduttore dell’edizione 2017 sarà il Talento, considerato nelle molteplici espressioni che può assumere nel quotidiano. Le quattro giornate saranno dense di appuntamenti ed interventi autorevoli.

Questi, in breve, i numeri dell’ottava edizione: 61 ospiti, 14 startup, 154 instagramers (ad oggi…) 25 dibattiti, 12 workshop, 1 Webinar, 1 Cena Social, 1 Colazione Digitale, 11 enti ed organizzazioni sostenitrici, 24 aziende sponsor, 6 partner.

I numerosissimi ospiti si alterneranno, spaziando nei temi più disparati, dalla gastronomia alla meteorologia, dalla finanza al racconto del territorio. Esperti del settore e grandi nomi si susseguiranno in una serie di focus ed approfondimenti, con sessioni mattutine e pomeridiane, in una vera e propria maratona di “social innovation” in collaborazione con esponenti di spicco del marketing e della comunicazione.

Il festival prenderà il via giovedì 23 marzo, con un’intera mattinata dedicata alle nuove frontiere della gestione delle risorse pubbliche e all’innovazione digitale nella pubblica amministrazione.
Gli approfondimenti continueranno nel pomeriggio, con un ricco calendario di talk e dibattiti.

Seguirà, a partire dalle 21, la Start Up Night, parentesi realizzata in collaborazione con Confartigianato, interamente dedicata alle idee di imprese innovative che avranno la possibilità di presentarsi ed approfittare della visibilità offerta dal palco di Medioera.

Durante la serata si svolgerà anche la consegna del Premio Fantappiè, riconoscimento dedicato all’illustre scienziato viterbese tra i più famosi matematici italiani.

Per comprendere l’importanza dell’iniziativa, basti pensare che, in altre parti del mondo, (USA ed Israele in testa) non solo si cerca di favorire la nascita di nuove startup, ma addirittura si organizzano eventi di questo genere proprio per attrarre “startupper” dagli altri paesi e stimolare questo tipo di impresa che costituisce un plus imprescindibile per la creazione della ricchezza di uno stato.

Fra gli appuntamenti ormai consolidati del festival si inseriscono alcune interessantissime novità, sicuramente destinate ad ottenere un grande successo. Tra queste, sabato mattina, spicca Lego Serious Play, una metodologia di facilitazione pensata per aiutare i gruppi a condividere idee, conoscenze, obiettivi grazie ai mattoncini più famosi del mondo: i Lego, appunto, che legando l’innovazione alla produttività, usano il divertimento come chiave di lettura per i problemi reali.
Il gioco, sino ad ora utilizzato solo per il divertimento, diventa quindi una forma di espressione per ideare e comunicare i propri pensieri in maniera immediata e tangibile.

Domenica 26 marzo, a chiudere il festival, un appuntamento ormai consolidato: l’Instameet che, quest’anno, dopo Tarquinia, Viterbo, Civita di Bagnoregio, Bolsena, Caprarola e Tuscania sarà ospitato nell’Antichissima Città di Sutri.

Sabato 18 marzo, infine, serata anteprima #aspettandomedioera17.
A partire dalle 21,30, al MagnaMagna in Piazza della Morte, saranno ospiti Federico Palmaroli, vecchio amico di Medioera ed autore delle “Le più belle frasi di Osho” uno dei successi internettiani di questi anni, e Francesco Montanari, attore di teatro e cinema, noto per il ruolo indimenticabile del “Libanese” in Romanzo Criminale che leggerà alcuni passaggi del libro.

Per essere costantemente aggiornati sul calendario ed eventuali variazioni di programma è possibile scaricare la app gratuita dedicata di Medioera.
Info dettagliate sull’intero programma su www.medioera.it. Fb MEDIOERA

Banner
Banner
Banner