Maturità 2018, i ragazzi della Tuscia scelgono il saggio breve

Maturità 2018, i ragazzi della Tuscia scelgono il saggio breve

Archiviata la prima prova di questa maturità 2018. I 2289 maturandi della Tuscia hanno preferito il saggio breve rispetto a tutte le altre tipologie di tracce fornite dal Miur.

ADimensione Font+- Stampa

Archiviata la prima prova di questa maturità 2018. I 2289 maturandi della Tuscia hanno preferito il saggio breve rispetto a tutte le altre tipologie di tracce fornite dal Miur.

La tipologia maggiormente scelta dai ragazzi è stata quindi quella a scelta tra l’ ambito artistico-letterario (i diversi volti della solitudine) e l’ ambito socio-economico (la creatività umana); per l’analisi del testo l’autore prescelto è stato Giorgio Bassani con un passo dal romanzo “Il giardino dei Finzi Contini” scompaginando un po’ le carte dopo il toto scommesse dei giorni scorsi. Gli argomenti sul tema storico, sono stati centrati in pieno dagli studenti, la Costituzione con il principio di uguaglianza, le figure di Aldo Moro e Alcide De Gasperi e l’argomento politico della propaganda.

Da domani al via le prove ad indirizzo: matematica per lo scientifico, greco o latino per il classico e via via tutte le materie caratteristiche di ogni corso di studio. Nei giorni successivi, il tanto temuto quizzone e poi via verso gli orali.