Marini: “nessun candidato, Michelini non so quando e se cadrà”

Marini: “nessun candidato, Michelini non so quando e se cadrà”

Ieri Luigi Buzzi di Fratelli d'Italia ha annunciato di avere già individuato un candidato, posizione dalla quale Giulio Marini (Forza Italia) arretra decisamente.

ADimensione Font+- Stampa

Mentre la maggioranza tentenna e Michelini sembra stare per cadere, il centrodestra cerca di ricompattarsi anche se i punti di domanda su quel che accade da quelle parti sono tanti. Ieri Luigi Buzzi di Fratelli d’Italia (qui) ha annunciato di avere già individuato un candidato, posizione dalla quale Giulio Marini (Forza Italia) arretra decisamente.

 

Luigi Buzzi dice che c’è già un candidato..

“Non ancora mi è stato riferito”.

 

Ma quindi non c’è il candidato?

“Per essere concreto: non c’è stata nessuna previsione di candidatura, ma anche perché non ci sono gli organi preposti riuniti per trovare una condivisione”.

 

Forza Italia?

“È tutto da chiarire, abbiamo chiesto i congressi. Vediamo”

 

Buzzi ha anche abbozzato un perimetro delle alleanze, sembrava certo..

“Vedremo, non credo ci siano elezioni prossime”.

 

Davvero?

“Io dico che questa amministrazione è finita, ma finché lo dico io è solo una previsione”

 

Quando finisce?

“Ci sono due soggetti: o il sindaco o i sette. Aspettiamo questa decisione”

 

Quando è meglio andare al voto?

“Quando si dà la parola ai cittadini è sempre positivo”.

 

Ci sono i tempi per le alleanze e per fare una sintesi?

“Nel 2008 Gabbianelli si dimise più o meno in questo periodo dell’anno e poi vincemmo. Non siamo fuori tempo massimo. Semplicemente non sappiamo se Michelini cadrà o meno”.

 

Michelini si ricandiderà, essendo così apprezzato dai Moderati e Riformisti? Considerando che sostengono anche che il sondaggio del Sole 24 Ore dimostri l’apprezzamento che ha

“Ho perso le elezioni nel 2013, secondo il Sole 24 Ore nei cinque anni di governo avevo perso il 5% fermandomi al 57%. Michelini ha perso 7,2% in due anni e mezzo fermandosi al 55%. Insomma la statistica non è una cosa così certa”.

 

All’epoca il dato era credibile per lei?

“Dava un’indicazione, è statistica. La politica fa altro, quel numero non è una certezza”.