Marchetti (Lista Zingaretti): “Violenza sulle donne, un dovere della politica impegnarsi a combattere questo grave problema sociale”

Marchetti (Lista Zingaretti): “Violenza sulle donne, un dovere della politica impegnarsi a combattere questo grave problema sociale”

"Il tragico episodio di Cisterna di Latina, dimostra ancora una volta che troppo spesso le donne vengono lasciate sole. Com'è possibile che, nonostante la denuncia di una moglie, un uomo, non degno di questo nome, possa ancora esercitare il mestiere di carabiniere e girare armato. Le istituzioni devono agire a tutela di chi ha bisogno di protezione e di chi ha avuto il coraggio di denunciare - così la candidata alla Regione Lazio di Lista Civica Zingaretti Paola Marchetti -".

ADimensione Font+- Stampa

“Il tragico episodio di Cisterna di Latina, dimostra ancora una volta che troppo spesso le donne vengono lasciate sole. Com’è possibile che, nonostante la denuncia di una moglie, un uomo, non degno di questo nome, possa ancora esercitare il mestiere di carabiniere e girare armato. Le istituzioni devono agire a tutela di chi ha bisogno di protezione e di chi ha avuto il coraggio di denunciare – così la candidata alla Regione Lazio di Lista Civica Zingaretti Paola Marchetti -“.

“Il problema è anche culturale, come mamme e come donne dobbiamo sentire forte il dovere di crescere i nostri bambini con un sano rispetto per il genere femminile – continua Marchetti -. Dobbiamo batterci affinché ognuna di noi possa essere libera di rifiutare, di vestire come crede e di mettere fine a un rapporto.

Noi stesse dobbiamo sentirci al pari degli individui maschili, non esiste una posizione di sudditanza che derivi dalla differenza di genere e questo lo dobbiamo gridare forte in ogni ambito, familiare e non.
Che cosa può fare la politica? Dobbiamo portare nelle scuole l’educazione sentimentale, una storia d’amore può anche finire, ma il rispetto per la persona non può e non deve farlo.

Educare ad amare, fa crescere rispettando e crea rapporti sani e paritari. Dobbiamo aprire più centri antiviolenza, ma anche punti di ascolto che aiutino le donne in difficoltà e che non sanno a chi rivolgersi, ma soprattutto che aiutino gli uomini che manifestano disagi, la cui gravità quasi mai viene percepita nella giusta maniera. Dobbiamo mettere in rete tutte le realtà che a vario titolo possono sostenere le donne in momenti di questo tipo. Dobbiamo formare personale specializzato che, in ogni caserma, sia a disposizione delle donne che denunciano. Dobbiamo ampliare e sostenere servizi che in ambito scolastico colgano e sostengono bambine/i e ragazze/i che vivono in famiglia situazioni di violenza, diretta e non. Su questo mi sento d’impegnarmi, come donna e come candidata, per far ritornare la politica ad occuparsi delle persone e dei loro bisogni. Per questo vi chiedo il sostegno alle prossime elezioni regionali. Domenica 4 marzo, vota Lista Civica Zingaretti Presidente e scrivi Paola Marchetti”.

Decarta racconta la Tuscia