Maggioranza senza numeri in Commissione: bilancio bocciato. Ora la palla al Consiglio

Maggioranza senza numeri in Commissione: bilancio bocciato. Ora la palla al Consiglio

Alla fine il documento arriverà a partire da domani in Consiglio comunale a partire dalle 15.30. Ma ora via alle telefonate per la maggioranza che rischia di non avere il numero legale.

ADimensione Font+- Stampa

La maggioranza non c’è: consuntivo bocciato in seconda Commissione, ma arriverà comunque il Consiglio. La delibera è stata votata questa mattina dopo una discussione di un paio di ore. La votazione, finita 3 a 3 con un astenuto nelle fila della minoranza, ha respinto così la proposta fatta dalla maggioranza. Un risultato che non comporta nulla dal punto di vista amministrativo, visto che il bilancio andrà votato entro il 30 aprile con o senza il parere positivo della Commissione.

Un voto che secondo la maggioranza non ha nemmeno alcun valore dal punto di vista politico, visto che la commissione è “sbilanciata” a causa del passaggio di Sergio Insogna dalla maggioranza all’opposizione e visto che alcune assenze, tra tutte quella di Marco Volpi (Pd), era preannunciata per motivi di lavoro. “Nessun caso – ha sentenziato Christian Scorsi (Pd) – c’erano problemi di lavoro già annunciati, non cambia nulla non c’è nessun problema in maggioranza”.

Di parere contrario la minoranza che ironizza: “Va tutto bene – hanno detto Gianmaria Santucci (Fondazione) e Claudio Ubertini (Forza Italia) – la maggioranza è solida”.

Alla fine il documento arriverà a partire da domani in Consiglio comunale a partire dalle 15.30. Ma ora via alle telefonate per la maggioranza che deve convincere più di un consigliere a presentarsi in aula, perché rischia di non avere il numero legale.

Decarta racconta la Tuscia