Macchina – L’architetto Ciatti prende le distanze dal ricorso di Di Prospero

Macchina – L’architetto Ciatti prende le distanze dal ricorso di Di Prospero

L'architetto di 'Rosa nel cuore' Federico Ciatti prende le distanze dal ricorso presentato dall'ideatore Gianluca Di Prospero. A questo punto, dopo la bocciatura del ricorso da parte della commissione, diventa difficile pensare a un ricorso al Tar.

ADimensione Font+- Stampa

L’architetto di ‘Rosa nel cuore’, progetto secondo classificato al concorso d’idee per la nuova Macchina di Santa Rosa, prende le distanze dal ricorso presentato dalll’ideatore Gianluca Di Prospero.

Una posizione netta, quella di Federico Ciatti, espressa attraverso un post sulla sua pagina facebook: “In merito ai ricorsi presentati contro il primo classificato al bando di Santa Rosa, in qualità di partecipante secondo classificato, vi voglio mettere al corrente che sono dissociato da queste azioni e che non le condivido minimamente”.

Il riferimento è al ricorso in autotutela presentato da Di Prospero in Comune (leggi). Un ricorso dovuto al fatto che Ascenzi ha dichiarato, subito dopo la vittoria, che il nome della Macchina è lo stesso del motto: ”Gloria”. Scelta, a detta di Di Prospero, che rappresenta un problema in base a quanto disposto nel regolamento.

Lo stesso Ciatti, in un altro post si esprime così: “E poi la Macchina di Raffaele ha meritato la vittoria sia per qualità artistica che per scelte tecnologiche/costruttive” (guarda il video della Macchina). Per l’architetto di ‘Rosa nel cuore’ quindi un secondo posto, il loro, meritato nel confronto oggettivo e tecnico con ‘Gloria’ di Ascenzi. Nella mattinata di ieri la commissione, presieduta dal dirigente del settore Cultura Stefano Menghini si è riunita e ha respinto il ricorso di Di Prospero (leggi). A questo punto rimane la questione del possibile ricorso al Tar, ma è possibile pensare che ritenendo la spiegazione della commissione ragionevole lo stesso ricorrente possa abbandonare l’idea. Anche a fronte di una spaccatura di posizioni all’interno dello stesso team di ‘Rosa nel cuore’.