Macchina di Santa Rosa in piazza Verdi, il plauso e la soddisfazione dei commercianti

Macchina di Santa Rosa in piazza Verdi, il plauso e la soddisfazione dei commercianti

Fiore del Cielo è stata il simbolo esclusivo delle festività natalizie in piazza Verdi, primo accesso al centro storico, la piazza in cui domina il Teatro Unione. La Macchina di santa Rosa ideata da Arturo Vittori vi è rimasta dall’8 dicembre al 7 gennaio.

ADimensione Font+- Stampa

Fiore del Cielo è stata il simbolo esclusivo delle festività natalizie in piazza Verdi, primo accesso al centro storico, la piazza in cui domina il Teatro Unione. La Macchina di Santa Rosa ideata da Arturo Vittori vi è rimasta dall’8 dicembre al 7 gennaio.

Una scelta che ha soddisfatto i commercianti dell’associazione Centro Vivo, che hanno visto per la prima volta Piazza del Teatro animata da persone, luci e una vitalità poco nota a quella parte della città. Le luminarie hanno contribuito a rendere questo angolo di città un luogo magico e incantato. Un videomapping ha raccontato la storia della Macchina di santa Rosa ai turisti e ai viterbesi, che hanno potuto ascoltarla per la prima volta per tutta la durata
delle feste natalizie, poi le iniziative del Capodanno in piazza e il magnifico Teatro Unione ritornato al suo antico splendore, con l’offerta di spettacoli di buona qualità.

E’ così che anche questa parte di Viterbo è tornata a farsi guardare riservando uno spettacolo unico e inedito. Le polemiche dei primi giorni, dopo la decisione di esporre la Macchina di Santa Rosa in un periodo e in un contesto diverso dal solito, hanno aperto la strada a riflessioni e dibattiti che hanno animato le festività natalizie. I commercianti dell’associazione Centro Vivo esprimono la propria soddisfazione agli organizzatori che hanno sostenuto questo progetto, fiduciosi che sia in continuità.

Decarta racconta la Tuscia