Macchina, Ascenzi ha firmato ieri l’incarico del progetto esecutivo. Sarà pronto entro il 28 febbraio

Macchina, Ascenzi ha firmato ieri l’incarico del progetto esecutivo. Sarà pronto entro il 28 febbraio

Raffaele Ascenzi ha firmato l'incarico per la realizzazione del progetto esecutivo. Ci lavorerà gomito a gomito con due ingegneri: Ivan Grazzini e Marco Cornacchia. Ieri la visita ad 'Ali di Luce', nel capannone sulla Tuscanese.

ADimensione Font+- Stampa

Raffaele Ascenzi ha firmato ieri mattina l’incarico per il progetto esecutivo di ‘Gloria’. Lavoro che curerà in team con gli ingegneri Ivan Grazzini, che si occuperà della parte strutturale, e Marco Cornacchia, che curerà gli impianti elettrici. Hanno 20 giorni di tempo, dovranno quindi consegnare il progetto il 28 febbraio. 

Questa seconda fase consiste nella realizzazione di tutti i conteggi, necessari a chi si aggiudicherà l’appalto di costruzione per la realizzazione della Macchina e al Comune per indire il bando di gara a carattere europeo.

Intanto, sempre nella mattinata di ieri, Ascenzi si è recato nel capannone sulla Tuscanese dove sono conservate le vecchie Macchine di Santa Rosa. Ha deciso che per ‘Gloria’ recupererà il basamento in metallo di ‘Fiore del Cielo’. Si tratta della piastra di 25 centimetri di spessore per 13 quintali di peso che collega la struttura in legno, su cui poggiano le spalle dei facchini, al corpo della Macchina.

Avrebbe voluto recuperare quella di ‘Ali di Luce’, ma non si trova in condizioni ottimali. Per Ascenzi adesso l’unica cosa che conta è realizzare un progetto esecutivo certosino, per mettere i futuri costruttori nelle condizioni di fare un ottimo lavoro.