L’Unitus consulente del Comune su efficientamento energetico e impatto ambientale

L’Unitus consulente del Comune su efficientamento energetico e impatto ambientale

Firmata una convenzione con validità 3 anni. Il Comune di Viterbo erogherà all'Università 60.000 euro come contributo finalizzato a realizzare le diverse attività di ricerca.

ADimensione Font+- Stampa

Alessandro Ruggieri, rettore dell’Università della Tuscia, Leonardo Michelini, sindaco di Viterbo hanno sottoscritto, al rettorato di S.Maria in Gradi, una convenzione di notevole importanza.

La convenzione prevede lo sviluppo di attività di ricerca in materia di efficientamento degli edifici pubblici 2.0 e di impatto ambientale, valorizzazione e sostenibilità dei prodotti agro-alimentari del territorio, con particolare riferimento all’educazione alimentare. Era presente alla firma anche Antonio Delli Iaconi, assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione.

La collaborazione scientifica dell’Ateneo della Tuscia si realizza attraverso alcune attività di ricerca applicata che vedranno la partecipazione, con un principio di competenza, di più dipartimenti e di diversi docenti con alta qualificazione scientifica e professionale, nei già citati ambiti, tra i quali di particolare interesse vi è quello dell’educazione alimentare.

Riguardo a questo ultimo tema il sindaco Michelini ha affermato che “si tratta di aspetto che ha grande attenzione da parte del Comune di Viterbo, in particolare l’alimentazione nelle mense scolastiche nelle quali saranno sempre più utilizzati – ha proseguito il sindaco – alimenti genuini e di grande sicurezza alimentare.

Le diete nelle mense scolastiche dovranno tenere conto di questo aspetto. In questo l’Università della Tuscia, punto di riferimento internazionale in questo campo, sarà una garanzia per tutti”.

“Da tempo il Comune di Viterbo ci aveva chiesto questo tipo di collaborazione – ha detto il rettore Ruggieri -. La firma di questa convenzione risponde a specifiche esigenze manifestate dal Comune in due diversi ambiti, sui quali il nostro Ateneo è in grado di fornire un supporto scientifico di alto profilo in quello che sa fare meglio, mettendo a disposizione del territorio le proprie esperienze e competenze di ricerca. Sono certo che questo accordo, che rappresenta un buon esempio di collaborazione tra istituzioni pubbliche, porterà senza dubbio un vantaggio per la collettività viterbese”.

La convenzione ha validità 3 anni. Il Comune di Viterbo erogherà all’Università 60.000 euro come contributo finalizzato a realizzare le diverse attività di ricerca.

Banner
Banner
Banner