Luisa Ciambella: “Non esiste un’altra lista del Pd”

Luisa Ciambella: “Non esiste un’altra lista del Pd”

Il nodo cruciale, il programma, è in divenire. “Raccoglieremo le proposte che arrivano dalla società”, ma se deve scegliere punta sulla ferrovia che “è una delle cose che vogliamo portare a compimento”.

ADimensione Font+- Stampa

Luisa Ciambella risponde a Serra e traccia la linea: “Sono per il rinnovamento, e per il bene comune”. Rinnovamento sì, ma conta anche l’esperienza e in squadra infatti ci sono anche due assessori uscenti come Sonia Perà e Alvaro Ricci. “Mi occuperò – ha detto – dell’assoluto rinnovamento inserendo persone che hanno a cuore solo il bene comune e Viterbo”. Il nodo cruciale, il programma, è in divenire. “Raccoglieremo le proposte che arrivano dalla società”, ma se deve scegliere punta sulla ferrovia che “è una delle cose che vogliamo portare a compimento”.

Luisa Ciambella presentando la Lista Pd si leva anche qualche sassolino dalla scarpa: “L’amministrazione uscente ha fatto tante cose, molte però sono state oscurate”. E poi delegittima in qualche modo Francesco Serra: “È vero che esiste Serra, ma un’altra lista del Pd no”. Una spaccatura, quella con il candidato Francesco Serra e con la minoranza del Partito Democratico, che però ha permesso di avere in squadra Daniela Bizzarri che con una squadra come quella di 5 anni fa non si sarebbe ripresentata. Troppe liti e tanta fuffa, secondo lei: “Molti progetti sono rimasti in sospeso per dispetti vari”.

Decarta racconta la Tuscia