Le ultime dalle trattative: una donna per uno, squadra a 9 e 2 assessorati a Fondazione

Le ultime dalle trattative: una donna per uno, squadra a 9 e 2 assessorati a Fondazione

Sembra ormai solamente questione di deleghe: altri incontri interlocutori nel fine settimana tra le forze di Centrodestra che sembra stiano giungendo ad una conclusione delle trattative per la formazione della squadra di Governo cittadino.

ADimensione Font+- Stampa

Sembra ormai solamente questione di deleghe: altri incontri interlocutori nel fine settimana tra le forze di Centrodestra che sembra stiano giungendo ad una conclusione delle trattative per la formazione della squadra di Governo cittadino. Dopo il voto del 10 giugno e con una alleanza imposta dalle spinte romane, più che dalla naturale propensione a stare insieme, le trattative si sono dimostrate più difficili del previsto.

Ieri però il fumo nero si è trasformato in grigio e già domani potrebbe essere il giorno dell’annuncio della giunta che potrebbe contare 9 assessori per permettere l’ingresso di 4 donne per rispettare le quote rosa. L’unica novità sarebbe la presidenza del Consiglio e il conto degli assessori di Fondazione, con l’ingresso di Paolo Barbieri e di una donna in giunta, con conseguente ingresso in Consiglio di Sergio Insogna, primo dei non eletti.

Fondazione sarebbe così sovrarappresentata, ma riscatterebbe il “favore” fatto agli alleati alle scorse elezioni politiche quando ha contribuito ad eleggere Rotelli e Battistoni alla Camera e al Senato.

La presidenza del Consiglio così potrebbe finire in mano alla Lega o alla stessa Forza Italia. L’obiettivo del sindaco sarebbe quello di far assegnare la presidenza ad un giovane.