L’amministrazione Michelini si rifà il look con le fontane: 80mila euro per rimetterle a nuovo

L’amministrazione Michelini si rifà il look con le fontane: 80mila euro per rimetterle a nuovo

Se nel 2013 erano un dei cavalli di battaglia di Leonardo Michelini nella campagna elettorale che lo ha visto vincere al ballottaggio contro Giulio Marini, nel 2016 sono diventate il segno più evidente delle difficoltà di governo del centrosinistra a Viterbo.

ADimensione Font+- Stampa

Ottantamila euro del bilancio per rilanciare le fontane viterbesi. Se nel 2013 erano un dei cavalli di battaglia di Leonardo Michelini nella campagna elettorale che lo ha visto vincere al ballottaggio contro Giulio Marini, nel 2016 sono diventate il segno più evidente delle difficoltà di governo del centrosinistra a Viterbo.

Piene di melma, sporche, rotte, accese a giorni alterni, le cento fontane viterbese erano diventate un incubo. Già dal mese scorso però Michelini sembra aver capito che per rilanciarsi ha bisogno anche di loro. Quanto meno per l’immagine, e così dopo un timido inizio con uno stanziamento per la pulizia e manutenzione per 4 mesi di 10mila euro, poi scesi a 6.700 a causa dei ribassi in fase di assegnazione dell’appalto, fatto ad aprile, ecco l’incremento dei fondi a disposizione.

30mila euro per la manutenzione erano già stati messi in bilancio nella bozza presentata dalla giunta al Consiglio, altri trenta sono stati aggiunti dal maxiemendamento delle 4 di notte, nonostante un emendamento analogo di Sergio Insogna fosse stato bocciato.

A questi fondi si aggiungono quelli per la Fontana Sfera. Altri 20mila euro che si aggiungono ai 60mila per la manutenzione. Quelli per l’unica fontana contemporanea, disegnata dall’artista Claudio Capotondi, serviranno però non per la manutenzione ma per un vera e propria riqualificazione. Sia della fontana che dell’area che la ospita.

Inizia così la cura Michelini per rifarsi la faccia dopo le tante difficoltà dei mesi scorsi. Dalle fontane, cioè proprio da dove erano partiti.