L’alfabeto dell’anno de La Fune – La top ten del 2017

L’alfabeto dell’anno de La Fune – La top ten del 2017

Dieci lettere per raccontare il 2017 che ci siamo lasciati alle spalle. Ecco i fatti principali e i protagonisti di un anno dove sono comparsi nella Tuscia tanti fermenti e segnali di novità. Anche se non tutti li hanno saputi leggere. Buon 2018.

ADimensione Font+- Stampa

di Roberto Pomi

 

B come “Bigiotti Francesco”. Siamo convinti che il sindaco di Bagnoregio passerà alla storia come “Mr. Modello Civita”. Per La Fune è lui la Persona dell’Anno 2017 ma non poteva essere diversamente. Bigiotti ha il merito di aver lanciato messaggi importanti a tutta la Tuscia. C’è d’augurarsi che in tanti decideranno di raccoglierli in questo 2018. 

C come “centro storico chiuso”. L’amministrazione Michelini è riuscita in quella che sembrava un’impresa impossibile e il provvedimento sta reggendo. Sicuramente un punto centrale.

C2 di “cometa”. A Capodimonte ne hanno fatta brillare una sott’acqua. 

E come “elezioni”. Non sono ancora arrivate ma inevitabilmente sono state protagoniste in questa chiusura d’anno. Per i viterbesi tre match straordinari: politiche, regionali e comunali. Da qui a giugno la città, principale bacino di voti del territorio provinciale, sarà ridotta a un Vietnam. Siete pronti? Indossate l’elmetto. Occhi a quelli che le sparano grosse…

I di “isola Bisentina”. E’ stata acquistata dalla famiglia Rovati che ha già fatto sapere che intende metterla a frutto sul piano turistico. Una buona notizia per tutto il Viterbese. 

M di “Macchina di Santa Rosa”. Il tre settembre è sempre il tre settembre e nel momento in cui stiamo individuando le dieci lettere che hanno segnato il 2017 non può non venirci in mente lo spettacolo della notte magica viterbese. Quest’anno Gloria ha regalato stupende emozioni. 

S come “strade”. Protagoniste in negativo di questo 2017. Negli ultimi mesi, colpevoli le piogge, si sono aperte su molte strade della provincia buche e crateri impressionanti. Il problema è serio perché la situazione attuale, in alcuni punti, mette a rischio davvero la vita delle persone. 

S2 di “Sanità”. Quella del Lazio è uscita dal commissariamento. Un risultato importante centrato dal presidente Nicola Zingaretti. 

P di “Pulino Luca”. Il “capitano” ne ha dati di stimoli in questo 2017. E’ sicuramente una delle figure più significative raccontate dal giornalismo locale in questi ultimi tempi. E il meglio deve ancora venire, ne siamo convinti.

V come “Vulci”. Sul litorale un ottimo lavoro da parte della Fondazione Vulci e un importante sostegno da parte dl’amministrazione di Montalto guidata da Sergio Caci. Sicuramente una delle azioni più importanti e lungimiranti del 2017.