L’alfabeto de La Fune – La top ten

L’alfabeto de La Fune – La top ten

La settimana ha avuto al centro la questione dell'accoglienza ai migranti. I riflettori sono ora puntati sul campo realizzato all'Ex Fiera sulla Cassia Nord. Scopri le lettere dell'alfabeto e la frase della settimana.

ADimensione Font+- Stampa

A di “acqua”. Nel Viterbese c’è chi dipinge Acea come una sorta di manna per raddrizzare la situazione di Talete. Perché allora a Frosinone i comuni si sono sfilati? Forse non apprezzano la genialità come potremmo fare noi viterbesi? Robe da ridere.

B come “Bagnaia” ma anche di “Bosco esoterico di Montecchio”. In questi ultimi tempi si parla tanto di streghe, forse perché servirebbe una magia. 

C come “campagna elettorale”. C’è chi dice no ma è già iniziata!

E di “Ex Fiera”. Il tema del campo d’accoglienza sulla Cassia Nord è bello caldo ma a seconda della piega che questa storia andrà a prendere sembra destinato a divenire incandescente. La domanda è: Michelini lo farà chiudere? E ancora: la Prefettura lo permetterà o impugnerà il tutto? 

F come “frase della settimana”. A pronunciarla il consigliere di Fondazione Gianmaria Santucci che, in diretta su Radio Verde, si “sbottona”: “A Viterbo lo stato non c’è più, si è fermato a Monterosi”. 

M come “Mantegna”. E’ arrivata al Civico di piazza Crispi la tela dell’importante pittore italiano di proprietà della National Gallery di Londra. E’ figlia dello scambio con La Pietà di Sebastiano Del Piombo, che sarà protagonista di una mostra oltre Manica su Michelangelo e Del Piombo. Nei bar viterbesi tutto è stigmatizzato in una battuta: “Oh fregna, è arrivato Mantegna”… Che dire?

M2 di “Martina Minchella”. In tanti si sono appuntati le frase del consigliere Pd pronunciate all’ultimo consiglio comunale sui migranti: “Questo è l’inizio della fine”. Frase pronunciata all’indirizzo del sindaco Michelini, in qualche modo accusato di non essere abbastanza chiaro sulla complicata partita dell’accoglienza ai migranti. In arrivo spallate in maggioranza?

P di “parlamentari”. Doveva venire il forzista Francesco Aracri a interessarsi della vicenda del “ghetto” sulla Cassia Nord. In tanti si domandano: ma Viterbo non ha dei suoi parlamentari? Comunque Aracri presenterà interrogazioni in Parlamento per capire cosa sta accadendo … Visto che la chiarezza è proprio quello che manca. Cosa impensabile in democrazia.

R di “rifiuti”. C’è un giallo di diverse tonnellate di rifiuti che avrebbero lasciato Acerra destinazione Civita Castellana. Il sindaco Angelelli nega e Fratelli d’Italia lancia l’allarme: “Bisogna capire dove sono finiti, nella Tuscia già in passato interramenti irregolari”. Chi ha dimenticato quanto accaduto a Graffignano? I cittadini di certo no. 

T di “termalismo viterbese”. Il Piano Piscopo è stato recepito dalla Regione. Ora che altro alibi sarà trovato per ostacolare la rinascita delle ex Terme Inps?

 

 

 

Banner
Banner
Banner